Monday outlook | 13 11 ‘17

I dati economici che riportiamo questa settimana sono sostanzialmente tutti postivi e come anche in audizione parlamentare hanno riferito i rappresentanti di Istat e Banca d’Italia: “l’Economia italiana continua a migliorare” (Signorini, Banca d’Italia) e “l’indicatore anticipatore registra, nel mese di ottobre, una variazione marcatamente positiva, suggerendo la prosecuzione degli attuali ritmi di crescita” (Alleva, Istat).

Secondo quanto riportato dal Rapporto Svimez il Mezzogiorno è uscito dalla lunga recessione e nel 2016 ha consolidato la ripresa, registrando una performance per il secondo anno superiore, se pur di poco, rispetto al resto del Paese.

Le vendite al dettaglio sono al valore più alto dal 2010: a settembre l'Istat segnala un aumento dello 0,9% rispetto al mese precedente, sia in valore sia in volume, mentre su base annua l'incremento è del 3,4% in valore e del 2,7% in volume.

Certo ora bisogna fare in modo che queste dati positivi continuino ad essere tali ed anzi a migliorare ancora. Del resto come mostrato dalla Commissione Europea nelle consuete Previsioni Economiche di autunno, l'economia della zona euro dovrebbe crescere ad un ritmo mai registrato nell'ultimo decennio, con una previsione di espansione del PIL reale del 2,2%, ma si prevede per l’Italia una crescita del Prodotto interno lordo che dovrebbe segnare un più 1,5 per cento nel 2017, per poi continuare l’andamento in modo più rallentato, con un rialzo dell’1,3 per cento nel 2018 e dell’uno per cento nel 2019. Si tratta del tasso di crescita economica più basso all’interno dell’Unione europea, sebbene migliore rispetto alle previsioni di maggio. Insomma tutti crescono in Europa, Italia compresa, ma noi andiamo più lenti degli altri.

Intervenendo al Forum nazionale dei Giovani Imprenditori di Confcommercio il Presidente Carlo Sangalli ha detto che "Ci sono tre parole chiave che sono fondamentali per il futuro del nostro Paese: crescita, cambiamento e contribuzione". In questo breve Outlook sottolineiamo la parola crescita che Sangalli ha precisato è la prima parola “perché senza una concreta e duratura crescita economica il Paese non può ripartire e affrontare le sfide del futuro”.

E spunti importanti sono venuti proprio dai Giovani Imprenditori di Confcommercio che hanno presentato nel corso del Forum il proprio manifesto per l’innovazione: 10 punti che sono il risultato di un percorso che ha coinvolto quasi centro tra imprenditori, esperti e docenti universitari.

© Copyright Format Research S.r.l. - All rights reserved - P. IVA e C.F. 04268451004
Cap. Soc. € 10.340,00 I.V.
N.Reg. Imprese 747042. C.C.I.A.A. Roma
N° iscrizione ROC: 28204
Sede di Pordenone: Format Nord Est - Via Sebastiano Caboto, 22/A33170 Pordenone
Via Ugo Balzani, 77 - 00162 Rome (Italy)
Circonvallazione Nomentana, 180 - 00162 Rome (Italy)
Tel +39 06 86.32.86.81
Fax +39 06 86.38.49.96.a
info@formatresearch.com