Monday outlook | 04 12 ‘17

Una visione del nostro Paese che prescinda dal contesto internazionale e dal nostro essere parte integrante dell’Europa sarebbe certamente miope. Anche in questo senso, riteniamo, è il concreto impegno di Confcommercio che ha presentato a Bruxelles, nel corso di un convegno tenuto nella sede del Parlamento Europeo, il Position Paper riguardante il Libro bianco sul futuro dell'Europa e il Documento sulla politica di coesione post-2020. In quest’ambito il Presidente Sangalli ha sottolineato il "bisogno di più Europa nei temi la cui portata travalica i confini nazionali, come la sicurezza, il commercio elettronico, la concorrenza internazionale, il riconoscimento dei titoli di studio, il ricongiungimento delle pensioni versate nei singoli Paesi". "Al contrario, però, sulle tematiche con valenza locale o con profonde differenze tra gli Stati, l'Europa – ha continuato Sangalli - dovrebbe delineare solo i principi guida lasciando ai territori, e ad un sempre valido principio di sussidiarietà, la definizione delle regole”.

Crescono gli occupati sull'anno mentre scende il tasso di disoccupazione dei giovani secondo i dati Istat. Gli occupati in Italia erano 23.082.000 in calo di 5.000 unità su settembre e in aumento di 246.000 unità su ottobre 2016. Il tasso di disoccupazione dei giovani tra i 15 e i 24 anni a ottobre cala al 34,7% con una diminuzione di 0,7 punti rispetto a settembre e un calo di 2,5 punti rispetto a ottobre 2016.

Se gli ultimi dati sulla fiducia di imprese e consumatori, fonte Istat, non sono buoni, dopo mesi di crescita ciò sembrerebbe avere i connotati di un “rimbalzo fisiologico”, ma come ha sottolineato il presidente di Confcommercio Carlo Sangalli la ripresa c’è ma è ancora lenta e parziale.

Le riflessioni nella Congiuntura Flash di Confindustria mettono l’accento sui grandi progressi della crescita soprattutto a livello internazionale ed europeo, progressi che, si legge, potrebbero essere messi in crisi dall’instabilità politica internazionale, specie sulle opposte sponde dell’Atlantico, e da turbolenze dei mercati finanziari internazionali.

Tutte le stime sul Prodotto interno lordo italiano sono state in questi ultimi giorni positive e non fa eccezione l’Istat nel suo consueto “Conti economici trimestrali”, in cui il PIL, espresso in valori concatenati con anno di riferimento 2010, corretto per gli effetti di calendario e destagionalizzato, è aumentato dello 0,4% rispetto al trimestre precedente e dell'1,7% nei confronti del terzo trimestre del 2016. La stima preliminare diffusa il 14 novembre 2017 scorso aveva rilevato un aumento congiunturale dello 0,5% e un aumento tendenziale dell'1,8%. Abituati negli anni passati a valori dello “zero virgola” ci si può ritenere soddisfatti.

Motore ruggente della nostra economia sono da sempre le imprese e, grazie ad Asseprim, Federazione Nazionale dei servizi professionale alle imprese, nel convegno di Milano, Le PMI e le nuove frontiere del credito, introdotto dal Presidente Umberto Bellini, si è parlato delle nuove modalità delle Piccole e Medie Imprese per l’accesso al credito come il Crowd investing, di banking 4.0, di finanza etica, di credito che crea sviluppo con la ricerca Format Research presentata da Daniele Serio. Si è visto come, grazie alle nuove tecnologie stia cambiando l’approccio al credito da parte delle imprese.

Segnaliamo in fine lo studio Istat su “Fruizione delle biblioteche, lettura di libri e generi di libri letti, prelettura dei bambini di 3-5 anni” e lo studio Eurostat sulle “Spese per ricerca e sviluppo in Europa” con dati, ovviamente, anche sul nostro Paese. Entrambi importanti per capire quanto ancora può e deve essere fatto in queste direzioni.
 

© Copyright Format Research S.r.l. - All rights reserved - P. IVA e C.F. 04268451004
Cap. Soc. € 10.340,00 I.V.
N.Reg. Imprese 747042. C.C.I.A.A. Roma
N° iscrizione ROC: 28204
Sede di Pordenone: Format Nord Est - Via Sebastiano Caboto, 22/A33170 Pordenone
Via Ugo Balzani, 77 - 00162 Rome (Italy)
Circonvallazione Nomentana, 180 - 00162 Rome (Italy)
Tel +39 06 86.32.86.81
Fax +39 06 86.38.49.96.a
info@formatresearch.com