Confcommercio - Disagio sociale in leggero aumento a gennaio

Il Misery Index Confcommercio sale a quota 18,3 (+0,1 punti rispetto a dicembre), per effetto dell'aumento della disoccupazione estesa (13,7%, +0,2%) e dei prezzi dei beni e servizi ad alta frequenza d'acquisto (+1,3%).

A gennaio il Misery Index Confcommercio di gennaio si è attestato a 18,3 punti, un decimo di punto in più rispetto a dicembre, per effetto di un lieve calo dei prezzi dei beni e servizi ad alta frequenza d'acquisto e di un aumento della disoccupazione estesa. Il dato conferma la sostanziale tendenza alla stabilizzazione dell'indicatore, che da giugno del 2017 mostra movimenti molto contenuti. Nonostante le dinamiche produttive positive registrate negli ultimi mesi, i livelli occupazionali fanno infatti fatica a migliorare. La disoccupazione resta dunque sostanzialmente stabile, impedendo una diminuzione rilevante dell'area del disagio sociale. Sempre a gennaio, i prezzi dei beni e dei servizi ad alta frequenza d'acquisto sono aumentati dell'1,3% su base annua, due decimi di punto in meno rispetto a dicembre.

 

Il MIC di gennaio 2018

© Copyright Format Research S.r.l. - All rights reserved - P. IVA e C.F. 04268451004
Cap. Soc. € 25.850,00 I.V.
N.Reg. Imprese 747042. C.C.I.A.A. Roma
N° iscrizione ROC: 28204
Sede di Pordenone: Format Nord Est - Via Sebastiano Caboto, 22/A33170 Pordenone
Via Ugo Balzani, 77 - 00162 Rome (Italy)
Circonvallazione Nomentana, 180 - 00162 Rome (Italy)
Tel +39 06 86.32.86.81
Fax +39 06 86.38.49.96.a
info@formatresearch.com