Confcommercio - Disagio sociale in leggera salita a marzo

Il Misery Index Confcommercio sale a quota 17,6 punti, quattro decimi di punto in più rispetto a febbraio. La disoccupazione estesa rimane stabile al 13,4%, mentre i prezzi dei beni e servizi ad alta frequenza d'acquisto aumentano dello 0,8% (0,3% a febbraio).
Nel marzo scorso il Misery Index Confcommercio ha toccato quota 17,6 punti, quattro decimi di punto in più rispetto a febbraio, per effetto di uj aumento dei prezzi dei beni e servizi ad alta frequenza d'acquisto e di una stabilità della disoccupazione estesa. Nonostante il peggioramento, l'area del disagio sociale resta ad uno dei livelli più bassi degli ultimi anni e si inserisce in un contesto nel quale la ripresa sembra aver perso slancio, mentre i principali indicatori congiunturali evidenziano segnali tra loro contrastanti. In questa situazione, sottlinea l'Ufficio Studi di Confcommercio, "è difficile ipotizzare, nel breve periodo, una dinamica occupazionale atta a favorire una riduzione significativa della disoccupazione, confermando le difficoltà già emerse negli ultimi mesi in cui sono state le variazioni rilevate sul versante dei prezzi dei beni e dei servizi ad alta frequenza d'acquisto a condizionare l'andamento del MIC".

Leggi il Misery Index Confcommercio

© Copyright Format Research S.r.l. - All rights reserved - P. IVA e C.F. 04268451004
Cap. Soc. € 25.850,00 I.V.
N.Reg. Imprese 747042. C.C.I.A.A. Roma
N° iscrizione ROC: 28204
Via Ugo Balzani, 77 - 00162 Rome (Italy)
Circonvallazione Nomentana, 180 - 00162 Rome (Italy)
Via Sebastiano Caboto, 22/A – 33170 Pordenone (Italy)
Tel +39 06 86.32.86.81
Fax +39 06 86.38.49.96.a
info@formatresearch.com