monday outlook | 16 07 ‘18

Nel Bollettino Economico della Banca d’Italia pubblicato venerdì scorso, si dice che le prospettive globali restano favorevoli ma aumentano i rischi di politiche protezionistiche. E di fatti sii fanno più aspre le tensioni internazionali dovute alla guerra commerciale scatenata dal Presidente USA con l’imposizione dei dazi che potrebbero colpire anche l’Italia e per i quali al Ministero dello Sviluppo Economico, con il sottosegretario Michele Geraci, già si stanno immaginando contromisure quali i dazi selettivi, come scritto in settimana sul Il Sole 24 Ore in un articolo di Carmine Fotina.

Dall’Annuario Istat-Ice sul commercio estero apprendiamo che Nel 2017, il commercio mondiale di beni, misurato in dollari ed espresso a prezzi correnti, è in forte aumento rispetto al 2016 (+10,6%) dopo due anni di continue flessioni. L’Italia registra una crescita sostenuta del valore in euro sia delle merci esportate (+7,4%) sia di quelle importate (+9,0%). Queste dinamiche determinano una riduzione dell’avanzo commerciale (2,2 miliardi in meno rispetto al 2016), che nel 2017 raggiunge i 47,4 miliardi di euro.

Rallenta l’Eurozona secondo la Commissione Europea e in Italia si rivede la stima del Pil al ribasso a 1,3% da 1,5% previsto a maggio.

Questa settimana il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ha firmato il testo del decreto dignità che desta preoccupazioni nelle associazioni imprenditoriali quali Confcommercio che comunque apprezza l’ipotesi di reinserire i Voucher e che definisce un “passo in avanti”.

Ad inizio della settimana scorsa si è svolta l’Assemblea annuale ABI, dove è stato rieletto presidente Antonio Patuelli, che ha ammonito l’Italia ad essere maggiormente partecipe all’Unione Europea, con un "maggior impegno nelle responsabilità comuni", altrimenti la nostra economia potrebbe finire nei gorghi di un nazionalismo mediterraneo simile a quelli Sudamericani.

Si segnala l’interessante indagine Tecnoborsa su famiglie italiane, il mercato immobiliare e la casa degli italiani.

© Copyright Format Research S.r.l. - All rights reserved - P. IVA e C.F. 04268451004
Cap. Soc. € 25.850,00 I.V.
N.Reg. Imprese 747042. C.C.I.A.A. Roma
N° iscrizione ROC: 28204
Via Ugo Balzani, 77 - 00162 Rome (Italy)
Via Sebastiano Caboto, 22/A – 33170 Pordenone (Italy)
Tel +39 06 86.32.86.81
Fax +39 06 86.38.49.96.a
info@formatresearch.com