Commissione Europea - Italia ultima per crescita nel 2019, deficit-Pil al 2,9% nel 2019 e al 3,1% nel 2020

L'Italia rimane il fanalino di coda in termini di crescita del Pil nella zona euro e nell'Unione europea, secondo le previsioni economiche d'autunno pubblicate dalla Commissione. L'Italia dovrebbe registrare una crescita del 1,1% nel 2018 e 1,2% nel 2019 contro una media nella zona euro del 2,1% per quest'anno e del 1,9% il prossimo. Il Paese che cresce meno dopo l'Italia nella zona euro è il Belgio con l'1,5% nei prossimi due anni. Nell'Unione Europea a 28 anche il Regno Unito fa meglio dell'Italia, con una crescita del Pil del 1,3% nel 2018 e del 1,2% nel 2020. La Commissione europea ha inoltre notevolmente rivisto in peggio le previsioni sul deficit dell'Italia, al 2,9 per cento del Pil sul 2019 e al 3,1 per cento sul 2020, dopo un 1,9 per cento atteso sul 2018. Ancora più pesante la revisione alrialzo sul disavanzo strutturale, al 3 per cento del Pil nel 2019e al 3,5 per cento nel 2020.
Leggi testo originale (ING)

© Copyright Format Research S.r.l. - All rights reserved - P. IVA e C.F. 04268451004
Cap. Soc. € 25.850,00 I.V.
N.Reg. Imprese 747042. C.C.I.A.A. Roma
N° iscrizione ROC: 28204
Via Ugo Balzani, 77 - 00162 Rome (Italy)
Circonvallazione Nomentana, 180 - 00162 Rome (Italy)
Via Sebastiano Caboto, 22/A – 33170 Pordenone (Italy)
Tel +39 06 86.32.86.81
Fax +39 06 86.38.49.96.a
info@formatresearch.com