monday outlook | 12 11 ‘18

È stato un discorso ricco di forza e di ottimismo (si può leggere integralmente qui), ma anche di realtà, quello espresso dal Presidente della Repubblica Mattarella ricevendo al Quirinale i nuovi cavalieri del lavoro: L'economia italiana - ha detto in conclusione - presenta buoni fondamentali, a cominciare da quelle risorse di cittadini e imprese rappresentate dal risparmio delle famiglie e dall'avanzo della bilancia commerciale. Siamo in grado di fronteggiare le difficoltà che abbiamo davanti. Possiamo crescere, e raggiungere migliori livelli di giustizia sociale. La più diffusa consapevolezza del bene comune aumenta la fiducia e la sicurezza nella società. Abbiamo assolutamente bisogno di ispirare fiducia. Le imprese lo sanno.

La Commissione Europea disegna un quadro piuttosto funesto sui conti italiani. Lo sforamento dai vincoli Ue è pari all’1,8% del Pil (anziché l’1,4%, già definito «senza precedenti»). Vuol dire che per rientrare nelle regole l’Italia dovrebbe tagliare spese (o trovare nuove entrate) per oltre 30 miliardi di euro. Su posizioni opposte rimane il Governo Italiano: la crescita aumenterà», afferma il Primo Ministro Giuseppe Conte contestando le previsioni economiche della Commissione europea e secondo il Ministro dell’Economia, quella della UE non è un’analisi attenta. Ascoltato poi in Commissione Bilancio Tria conferma i pilastri della Manovra sostenendo che questa è pensata “per uscire dalla trappola della bassa crescita”.

La crescita dell’economia statunitense procede a ritmi più sostenuti di quelli dell’area euro. In Italia, il Pil nel terzo trimestre ha segnato una variazione congiunturale nulla interrompendo la fase costantemente espansiva iniziata nei primi tre mesi del 2015. Così l’Istat nella consueta Nota mensile sull’andamento sull’economia.

Pur in presenza di una forte volatilità, scrive l’Istat, nei singoli mesi, il terzo trimestre del 2018 presenta nel complesso una crescita congiunturale delle vendite al dettaglio, sia in valore sia in volume; l’andamento moderatamente positivo riguarda, inoltre, sia il comparto alimentare sia quello non alimentare. Rispetto a un anno prima, tuttavia, i risultati del terzo trimestre sono negativi (-0,4%), e sintetizzano dinamiche notevolmente differenziate tra le varie tipologie distributive. A tal proposito l’Ufficio studi Confcommercio scrive che il dato di settembre è un po' peggiore delle attese (-0,7% congiunturale contro la stima di -0,6% dell'ICC per i beni) e rafforza l'idea che non si possa più escludere un quarto trimestre dell'anno con il segno meno per il prodotto lordo.

È stato presentato in settimana l’importante Rapporto Svimez sul Mezzogiorno dove si dice che nel 2017 il Mezzogiorno ha proseguito la lenta ripresa ma, in un contesto di grande incertezza, rischia di frenare.

Grande evento in questi giorni per il mondo delle Due-Ruote che all’Eicma di Milano riscuote come sempre successo ed interesse. In questo ambito la Federazione Motociclistica Italiana ha, attraverso i dati forniti dalla ricerca Format Research e illustrati dal suo presidente Pierluigi Ascani, analizzato l’impatto economico che la presenza dei motociclisti e appassionati del settore negli eventi genera sul territorio e alla risposta di alcune imprese sul tema.

© Copyright Format Research S.r.l. - All rights reserved - P. IVA e C.F. 04268451004
Cap. Soc. € 25.850,00 I.V.
N.Reg. Imprese 747042. C.C.I.A.A. Roma
N° iscrizione ROC: 28204
Via Ugo Balzani, 77 - 00162 Rome (Italy)
Circonvallazione Nomentana, 180 - 00162 Rome (Italy)
Via Sebastiano Caboto, 22/A – 33170 Pordenone (Italy)
Tel +39 06 86.32.86.81
Fax +39 06 86.38.49.96.a
info@formatresearch.com