Confcommercio - A novembre disagio sociale in calo

Il Misery Index Confcommercio ha toccato quota 18 punti, in lieve calo rispetto a ottobre per effetto della stabilità della disoccupazione e di un ulteriore calo della dinamica dei prezzi dei beni e servizi ad alta frequenza d'acquisto.
Nel novembre del 2018 il Misery Index Confcommercio ha toccato quota 18 punti, in lieve calo rispetto a ottobre. Il dato è la sintesi di una stabilità della disoccupazione e di un ulteriore rallentamento della dinamica dei prezzi dei beni e servizi ad alta frequenza d'acquisto. E' ormai da agosto che l'indice del disagio sociale si mantiene sostanzialmente stabile, per effetto della "frenata" dell'inflazione per i beni e i servizi ad alta frequenza d'acquisto e dell'aumento del tasso di disoccupazione. Il dato sembra indicare come la minore dinamicità dell'economia cominci a produrre i primi deboli effetti negativi sul mercato del lavoro. A novembre il tasso di disoccupazione ufficiale si è attestato al 10,5%, un decimo di punto in meno rispetto al mese precedente e cinque decimi nel confronto con lo stesso mese del 2017. Nello stesso mese i prezzi dei beni e dei servizi ad alta frequenza d'acquisto sono aumentati dell'1,9% su base annua, in rallentamento di un decimo di punto rispetto a quanto rilevato a ottobre.

Il Mic di Confcommercio

© Copyright Format Research S.r.l. - All rights reserved - P. IVA e C.F. 04268451004
Cap. Soc. € 25.850,00 I.V.
N.Reg. Imprese 747042. C.C.I.A.A. Roma
N° iscrizione ROC: 28204
Via Ugo Balzani, 77 - 00162 Rome (Italy)
Via Sebastiano Caboto, 22/A – 33170 Pordenone (Italy)
Tel +39 06 86.32.86.81
Fax +39 06 86.38.49.96.a
info@formatresearch.com