monday outlook | 04 2 ‘19

L’atteso e in realtà previsto dato Istat sul pil è giunto giovedì scorso sancendo quella che viene definita una recessione tecnica. Nel quarto trimestre l’Italia segna un -0,2%, peggior risultato degli ultimi 5 anni. Il rallentamento del nostro Paese è conseguente a quello dell’Europa e si inserisce in un quadro generale di debolezza, dove hanno forte impatto negativo le questioni relative al commercio internazionale con particolare riferimento alle asperità dovute ai dazi fra Usa e Cina. Una questione questa che potrebbe volgere a soluzioni più morbide nei prossimi giorni, quando, ha annunciato il presidente Trump, alcuni negoziatori statunitensi saranno inviati in Cina.
A tutto questo sarebbe miope non sommare i problemi domestici, dei quali abbiamo dato conto nelle settimane e nei mesi precedenti, ovvero il rallentamento degli investimenti, la mancanza di fiducia delle imprese, gli scarsi consumi interni dovuti alla poca capacità di spesa delle famiglie. Si aggiunga la pressione fiscale che come ricorda il Presidente di Confcommercio Carlo Sangalli in un’intervista su Giorno-Carlino-Nazione, è fra le più alte al mondo.

E sabato, anche il governatore della Banca d'Italia Ignazio Visco all'Assiom Forex, riguardo alle previsioni per l’economia italiana per il 2019, ha parlato di "fattori di rischio rilevanti, di origine sia internazionale che interna".

Cresce, dati Istat, l'occupazione a dicembre 2018 portandosi al livello più alto da prima della crisi del 2008. Scende nel contempo il tasso di disoccupazione, che invece resta ben al di sopra dei livelli pre-crisi. Nel confronto con l’Europa, dato Eurostat, in Italia la percentuale dei senza lavoro resta la più alta dopo Grecia e Spagna.

È stato presentato in settimana a Roma, presso la sede di Confcommercio, il rapporto Fipe Ristorazione 2018 con i dati strutturali del settore e con un approfondito focus sul cambiamento degli stili alimentari degli italiani (su dati Format Research). Il presidente Stoppani: "Ristoranti luoghi fondamentali per promuovere i corretti stili alimentari". Ospite il ministro della Salute Grillo: "Un'alimentazione corretta combatte i fattori di rischio di molte malattie".

© Copyright Format Research S.r.l. - All rights reserved - P. IVA e C.F. 04268451004
Cap. Soc. € 25.850,00 I.V.
N.Reg. Imprese 747042. C.C.I.A.A. Roma
N° iscrizione ROC: 28204
Via Ugo Balzani, 77 - 00162 Rome (Italy)
Via Sebastiano Caboto, 22/A – 33170 Pordenone (Italy)
Tel +39 06 86.32.86.81
Fax +39 06 86.38.49.96.a
info@formatresearch.com