monday outlook | 25 2 ‘19

I dati Istat su fatturato e ordinativi dell’industria disegnano una situazione davvero grave. Se il fatturato subisce una marcata diminuzione, sia in termini congiunturali sia su base annua, ciò che riesce a preoccupare ancor di più è la questione ordinativi che, con un calo tendenziale del 5,3%, prospettano cosa potrà accadere nel prossimo futuro: una situazione difficile che non trova più neanche una sponda di sostegno nel mercato estero. Bisogna poi tenere presente che in una multi-economia come quella italiana, dove su tante specializzazioni c’era sempre qualcosa che comunque andava bene, oggi la crisi abbraccia più o meno tutti i settori, dall’automobile all’agroalimentare, dalla chimica alla farmaceutica. Ciò non può derivare solo da questioni interne e non solo dal nostro mercato domestico ma certamente è frutto di un circuito globale dove in questo momento pesano fatti come il contezioso commerciale tra Stati uniti e Cina, la questione dei dazi, la Brexit, il rallentamento dell’economia tedesca. E poi le tensioni politiche che vengono dal Sud America e dal Venezuela in particolare. Sono tutti punti fondamentali che non possono non pesare sulle economie dei singoli stati e di quelli che puntano sull’export a maggior ragione.
Un po’ più rassicuranti le notizie circa la produzione delle costruzioni che nel 2018 aumenta rispetto all'anno precedente dell'1,6% per l'indice grezzo e dello 0,9% per l'indice corretto per gli effetti di calendario. I dati Istat mostrano "una moderata crescita per il secondo anno consecutivo". Nel 2017 la crescita della produzione edilizia era stata dello 0,1% nei dati grezzi e dello 0,7% nei dati corretti e aveva interrotto una serie di anni con il segno meno iniziata nel 2008.

In un momento economico difficile come quello che stiamo vivendo assumono particolare rilevanza iniziative come quella in favore dell’ambiente e per un’economia circolare che che donano un punto di vista nuovo e sostenibile. Confcommercio e altre dieci associazioni datoriali hanno sottoscritto la "Carta per la sostenibilità e la competitività delle imprese nell'economia circolare". I dieci punti affrontano aspetti di carattere regolatorio, normativo, economico e tecnologico.

Tra le molte notizie di questa newsletter segnaliamo sondaggio congiunturale sul mercato delle abitazioni in Italia condotto da Banca d’Italia con Tecnoborsa e Agenzia delle Entrate secondo il quale nel quarto trimestre del 2018 è rimasto negativo, e stabile rispetto ai tre mesi precedenti, il saldo fra la quota di operatori che segnalano un aumento dei prezzi di vendita e quella di quanti ne indicano una diminuzione.

Dall’ultimo Osservatorio congiunturale Friuli Venezia Giulia realizzato da Format Research per Confcommercio FVG sono molti gli spunti economici di rilievo, questa la demografia delle imprese: nel 2018 si è registrato un SALDO NEGATIVO tra nuove iscrizioni e cessazioni: -300 imprese (+419 del terziario, -719 degli altri settori di attività economica).

© Copyright Format Research S.r.l. - All rights reserved - P. IVA e C.F. 04268451004
Cap. Soc. € 25.850,00 I.V.
N.Reg. Imprese 747042. C.C.I.A.A. Roma
N° iscrizione ROC: 28204
Via Ugo Balzani, 77 - 00162 Rome (Italy)
Via Sebastiano Caboto, 22/A – 33170 Pordenone (Italy)
Tel +39 06 86.32.86.81
Fax +39 06 86.38.49.96.a
info@formatresearch.com