Confcommercio - Disagio sociale in netto calo a maggio

Il Misery Index Confcommercio è sceso a quota 16,5, quattro decimi di punto in meno rispetto la mese precedente, il livello più basso degli ultimi otto anni. Disoccupazione estesa al 12,5%, prezzi dei beni e servizi ad alta frequenza d'acquisto in crescita dell'1%.

Nel maggio scorso il Misery Index Confcommercio si è attestato a 16,5 punti, il livello più basso degli ultimi otto anni, in diminuzione di quattro decimi di punto rispetto ad aprile. Il miglioramento, tanto nel mese quanto nei primi cinque mesi dell'anno, è dipeso sia dal rallentamento dell'inflazione per i beni e i servizi ad alta frequenza d'acquisto (+1% su base annua, in rallentamento rispetto all'1,1% di aprile), sia da un miglioramento della disoccupazione (al 9,9%). Ma, sottolinea l'Ufficio Studi di Confcommercio, "la presenza di un contesto congiunturale sostanzialmente stagnante, i cui effetti potrebbero trasferirsi a breve sul mercato del lavoro, determina molte incertezze sulla possibilità che questo processo prosegua anche nella seconda parte del 2019".
Leggi il MIC di Maggio

© Copyright Format Research S.r.l. - All rights reserved - P. IVA e C.F. 04268451004
Cap. Soc. € 25.850,00 I.V.
N.Reg. Imprese 747042. C.C.I.A.A. Roma
N° iscrizione ROC: 28204
Via Ugo Balzani, 77 - 00162 Rome (Italy)
Via Sebastiano Caboto, 22/A – 33170 Pordenone (Italy)
Tel +39 06 86.32.86.81
Fax +39 06 86.38.49.96.a
info@formatresearch.com