monday outlook | 14 10 ‘19

Dalla Nota mensile Istat sull’andamento dell’economia italiana: I dazi imposti dagli USA e le misure compensative attivate dai paesi coinvolti, i fattori geopolitici destabilizzanti e il rallentamento dell’economia cinese, continuano a influenzare negativamente il commercio mondiale.
E non c’è pace
. Ai tanti focolai fonte di preoccupazione e tensioni internazionali si è aggiunto questa settimana quello al confine tra Turchia e Siria. L’offensiva delle truppe turche contro quelle curde dell’Ypg sta già provocando morte e devastazione anche tra i civili. E se l’Europa minaccia sanzioni economiche e alcuni Paesi dichiarano di aver bloccato la vendita di armi alla Turchia, il suo presidente Erdogan risponde che se sarà ostacolata aprirà le porte a 3,6milioni di rifugiati per dirigerli verso di noi. Un ricatto. (Vedi qui per approfondire)

E continua a destare preoccupazione nel Vecchio continente la questione Brexit. Un’uscita dura del Regno Unito potrebbe trasformare i porti europei, primo fra tutti quello di Rotterdam, in un vero “collo di bottiglia” per il commercio internazionale. (Vedi qui

Una ventata di ottimismo giunge dalle dichiarazioni del Governatore della BCE Draghi, che tra qualche settimana terminerà il suo mandato, e che è stato insignito alla Cattolica di Milano della laurea honoris causa in Economia: “Sono ottimista sul futuro dell'Europa”, ha dichiarato, e "l'euro è più popolare che mai, mentre il sostegno a favore dell'Ue è ai massimi dalla crisi.

L’Italia è in bilico tra ripresa e recessione, scrive Confindustria nel suo Rapporto di Previsione, sottolineando come più che in passato, molto dipenderà dalle scelte di politica economica. 

In questi giorni ci si sta avviando al varo, in rapida sequenza, di decreto fiscale, documento programmatico di bilancio e legge di bilancio vera e propria. Ma dagli attori in gioco continuano ad arrivare veti e nuove richieste rendendo difficile il reperimento delle coperture economiche necessarie. Ma in Italia sono ancora molti i costi e gli sprechi. Per l’inefficienza della spesa pubblica locale, come mostra l'Ufficio Studi Confcommercio con il suo direttore Mariano Bella, in un'analisi rapportata alla qualità e alla quantità dei servizi erogati ai cittadini, gli sprechi costano più di 5 miliardi.

Il riscaldamento globale è diventato una minaccia chiara e attuale. Per il Fondo Monetario Internazionale, tassare i combustibili fossili è lo strumento più efficace, se non l’unico, per combatterlo. Ma va accompagnata dalla riduzione di altre tasse e da misure di sostegno per i gruppi sociali più colpiti.

Il degrado ambientale è un male che colpisce salute ed economia e il Turismo è il primo a sentirne i contraccolpi. Il convegno TTG "Turismo Plastic Responsible" è stata l'occasione per presentare i numeri del progetto su scala nazionale che Confturismo sta sostenendo da due anni con l'Università Alma Mater Studiorum di Bologna. Le imprese del terziario sono a buon punto in tema di sostenibilità: secondo un'indagine che l'Istituto di ricerca Format ha condotto quest'anno sugli Associati Confcommercio infatti l'80% degli intervistati dichiara di aver già adottato o prevede di adottare spontaneamente pratiche sostenibili nel proprio business.
 

 

© Copyright Format Research S.r.l. - All rights reserved - P. IVA e C.F. 04268451004
Cap. Soc. € 25.850,00 I.V.
N.Reg. Imprese 747042. C.C.I.A.A. Roma
N° iscrizione ROC: 28204
Via Ugo Balzani, 77 - 00162 Rome (Italy)
Via Sebastiano Caboto, 22/A – 33170 Pordenone (Italy)
Tel +39 06 86.32.86.81
Fax +39 06 86.38.49.96.a
info@formatresearch.com