ASSEPRIM - Formazione mirata per il rilancio delle assunzioni nelle imprese

Uno dei dati più interessanti emersi dalla ricerca Asseprim Focus sulle imprese che erogano servizi professionali evoluti alle imprese è quello sulla frustrata vivacità delle stesse imprese, che hanno strategie e piani pronti per essere attuati e che attendono soltanto un contesto più favorevole agli investimenti, anche sul fronte occupazionale.

Una formazione più mirata in questo ambito giocherebbe un ruolo importante. Le imprese di servizi professionali oggi non possono sobbarcarsi l’onere e le incertezze legate a un processo formativo completo; al contrario, hanno bisogno di trovare invece personale già in possesso di un’adeguata formazione di base, su cui investire dando loro una formazione finale da integrare in modo mirato. L’indagine Asseprim Focus ha inoltre evidenziato come le aree dove è emerso un maggiore fabbisogno formativo sono marketing, vendite e relazione con il cliente (41%), informatica (30%), nuove dinamiche di consumo, social network e vendite on-line (19%) e sicurezza sul lavoro (16%).

La sempre più urgente necessità di un sistema di formazione capace di adeguarsi velocemente alle dinamiche in corso sul mercato – come emerge dalla ricerca Asseprim Focus - si comprende chiaramente osservando l’aumento della quota di imprese che nei prossimi due anni disporrà comunque di personale dedicato a professionalità nuove per l’impresa (9%), ma soprattutto per l’intero mercato (8%), che ricadranno prevalentemente nei settori del marketing e della digitalizzazione e che richiederanno essenzialmente esperti del web (strateghi gestionali, analisti, designer), dei big data, di comunicazione e social media, oltre a tecnici come programmatori, grafici 3D, sviluppatori.

L’indagine Asseprim Focus evidenzia infine un ultimo grande cambiamento nell’ambito dei processi di assunzione di nuovo personale. Emerge infatti come oggi le assunzioni si decidano in base alle competenze professionali (72%), mentre perdono quasi del tutto importanza fattori fino a ieri fondamentali come l’esperienza (che oggi conta appena per il 29%), il titolo di studio (23%) e le referenze (15%). Anche l’età del candidato (15%) e l’anzianità lavorativa (5%) contano ormai poco, nel senso che personale giovane e qualificato, che costa poco e che ha tendenzialmente maggiori competenze digitali, è vincente contro candidati più anziani, con un maggior costo per l’impresa e probabilmente minori skill tecnologici.

Dai dati raccolti dall’analisi Asseprim Focus si può ricavare però anche un giudizio più meramente politico; il misero 14% di valore dell’impatto sull’occupazione attribuito a incentivi e agevolazioni mostra come simili provvedimenti-tampone, frutto di una politica incapace di creare scenari certi e disponibilità di personale formato, siano ormai considerati dagli imprenditori poco più che pannicelli caldi rispetto a interventi strutturali che avrebbero ben maggiore rilevanza.

COMUNICATO STAMPA INTEGRALE
LEGGI ANCHE Assemblea Ordinaria Asseprim 2019: Rieletto il Presidente Umberto Bellini
 

 

© Copyright Format Research S.r.l. - All rights reserved - P. IVA e C.F. 04268451004
Cap. Soc. € 25.850,00 I.V.
N.Reg. Imprese 747042. C.C.I.A.A. Roma
N° iscrizione ROC: 28204
Via Ugo Balzani, 77 - 00162 Rome (Italy)
Via Sebastiano Caboto, 22/A – 33170 Pordenone (Italy)
Tel +39 06 86.32.86.81
Fax +39 06 86.38.49.96.a
info@formatresearch.com