monday outlook | 04 11 ‘19

Nel suo più recente intervento pubblico il Governatore della Banca d’Italia traccia il quadro generale della situazione economica internazionale (rallentamento della Cina, Brexit, tensioni commerciali, ecc) e italiana dove, dopo una crescita appena positiva nel secondo trimestre, l’attività economica dovrebbe essere rimasta pressoché invariata in estate. Il settore manifatturiero ha fortemente risentito, oltre che degli effetti negativi provenienti dal contesto globale, degli stretti legami produttivi e commerciali con la Germania.
La piccola variazione in campo positivo del Pil italiano, +0,1%, in linea con le attese, mostra, come scrive anche l’Ufficio Studi Confcommercio, l’aspetto, non recessivo ma stagnate, della nostra economia.
Intanto il Governo sta per varare la Manovra fiscale per il 2020. Già lunedì è attesa la presentazione alle Camere, anche se, le polemiche interne alla maggioranza su alcune questioni, potrebbero portare, attraverso lo strumento degli emendamenti, cambiamenti importanti. Tra i punti più controversi la “plastic tax” che ha suscitato perplessità anche all’interno della più importante associazione di categoria, la Confcommercio, la cui vicepresidente Donatella Prapolini spiega in un’intervista che è stata inviata al Governo una nota nella quale si dichiara l’insoddisfazione per come è stata impostata la Legge di Bilancio su questo tema.

Rimane alta l’attenzione ai cambiamenti climatici che, come spiega il presidente di Federlogistica-Conftrasporto Luigi Merlo, se non si adotteranno misure adeguate, avranno impatto su coste e porti italiani, come mostrato dalle proiezioni Enea-Federlogistica.

Mentre nell’area dell’euro il tasso di disoccupazione (dati Eurostat) è in questo momento il più basso dal 2008, non sono rose e fiori i dati Istat sull’occupazione nel nostro Paese che risulta in leggero calo.
Durante l’Assemblea Ordinaria di Asseprim, che ha riconfermato Umberto Bellini presidente per il prossimo quinquennio, sono stati anticipati anche alcuni numeri dell’Asseprim Focus, l’osservatorio economico dei servizi professionali all’impresa a cura di Format Research. Uno dei dati più interessanti emersi dalla ricerca sulle imprese che erogano servizi professionali evoluti alle imprese, è quello sulla frustrata vivacità delle stesse imprese, che hanno strategie e piani pronti per essere attuati e che attendono soltanto un contesto più favorevole agli investimenti, anche sul fronte occupazionale. Una formazione più mirata in questo ambito giocherebbe un ruolo importante.

Sono arrivate a 43 le rilevazioni trimestrali dell’Osservatorio Credito Confcommercio effettuate in dieci anni. L’OCC si è dimostrato uno strumento scientifico puntuale e prezioso, unico nel suo genere, ne parliamo più avanti.
 

 

© Copyright Format Research S.r.l. - All rights reserved - P. IVA e C.F. 04268451004
Cap. Soc. € 25.850,00 I.V.
N.Reg. Imprese 747042. C.C.I.A.A. Roma
N° iscrizione ROC: 28204
Via Ugo Balzani, 77 - 00162 Rome (Italy)
Via Sebastiano Caboto, 22/A – 33170 Pordenone (Italy)
Tel +39 06 86.32.86.81
Fax +39 06 86.38.49.96.a
info@formatresearch.com