17/12/2010 00:00:00

Secondo i dati diffusi dall’OCSE nella sua pubblicazione annuale “Revenue Statistics”, l’Italia sale dal 4° al 3° posto nella classifica dei Paesi con la maggiore pressione fiscale con 43,5%, preceduta solo da Danimarca (48,2%) e Svezia (46,4%), in controtendenza rispetto alla media che si colloca al 33,7%. Il maggiore incremento si è registrato in Lussemburgo(+2%) e Svizzera (+1,2%), mentre i Paesi con minore pressione fiscale sono risultati Messico (17,4%) e Cile (18,2%).
Per quanto riguarda il tasso di disoccupazione, Spagna, Slovacchia e Irlanda presentano la situazione più; problematica. L’Italia è in leggero aumento (+0,3%), ma sempre al di sotto della media dell’Euro (10,1%) e della UE (9,6%), anche se al di sopra dell’area G7 (8,2%). Il quadro cambia se si considera solo la fascia di età; giovanile (15-24 anni): l’Italia scende infatti al penultimo posto seguita solo dall’Ungheria e con 21,7% è molto al di sotto della media europea che si attesta al 40,2%.

Per saperne di più; (in Inglese)

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla Privacy e Cookie policy. Cliccando su "Accetta" dichiari di accettare l’utilizzo di cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi