16/4/2013 00:00:00

Secondo il Fondo monetario internazionale l’economia italiana continuerà a contrarsi anche nel 2013. Dopo il -2,4% del 2012, il Pil calerà quest’anno dell’1,5%, per poi tornare a crescere nel 2014 quando registrerà un +0,5%. Il tasso di disoccupazione salirà al 12% nel 2013 (10,6% nel 2012) e al 12,4% nel 2014. La ripresa potrebbe arrivare nella seconda metà di quest’anno. Il dato quarto trimestre su quarto trimestre stima infatti un’espansione dello 0,4% nel 2013 e dell’1% nel 2014.
Nel dettaglio gli economisti del Fmi hanno rivisto al ribasso, rispetto a gennaio 2013, di 0,4 punti percentuali le previsioni sul Pil per quest’anno sottolineando che tra i big europei solo la Spagna farà peggio dell’Italia, con un’economia che si contrarrà dell’1,6% per poi crescere dello 0,7% nel 2014. Il tasso di disoccupazione spagnolo si attesterà al 27%, per poi calare lievemente nel 2014 al 26,5%. Negativo anche il Pil delle Francia, che scenderà dello 0,1% con una disoccupazione all’11,2%. Nel 2014, invece, l’economia francese crescerà dello 0,9% con una disoccupazione all’11,6%. Tiene la Germania: il Pil crescerà quest’anno dello 0,6% e accelererà nel 2014 al +1,5%, con un tasso di disoccupazione rispettivamente al 5,7% e 5,6%. Nella media dell’Eurozona, il Pil calerà dello 0,3% quest’anno prima di tornare a espandersi dell’1,1% il prossimo. Meglio gli Stati Uniti che cresceranno dell’1,9% nel 2013 e del 3% il prossimo anno con la disoccupazione in discesa al 7,5%. Sull’economia mondiale il Fondo monetario internazionale prevede che il Pil mondiale salirà quest’anno del 3,3%, lo 0,2% in meno rispetto a quanto fissato a gennaio scorso, per poi accelerare al 4% nel 2014.
A frenare la ripresa dell’Eurozona è anche la debolezza dell’intero comparto bancario appesantito dalla scarsa reddittività e dalla bassa capitalizzazione che ha “riflessi negativi sull’offerta credito” impendendo la trasmissione delle migliorate condizioni economiche a imprese e famiglie. In generale, gli interessi sui prestiti restano troppo alti.
 

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla Privacy e Cookie policy. Cliccando su "Accetta" dichiari di accettare l’utilizzo di cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi