29/5/2013 00:00:00

Secondo i dati diffusi dalla Banca centrale europea il credito alle società non finanziarie è calato ad aprile dell’1,9% rispetto a un anno prima, accelerando al ribasso dalla contrazione dell’1,3% registrata a marzo. Le cifre riflettono la debolezza dell’economia dell’Eurozona, che ha visto il Pil scendere dello 0,2% nel primo trimestre del 2013.
Secondo i dati rilevati dalla Bce, i depositi in Italia sono diminuiti dello 0,3% in aprile rispetto al mese prima, interrompendo una serie positiva (+3,1% in marzo), ma si mantengono in aumento dell’8% rispetto allo stesso mese del 2012. Gli impieghi delle banche italiane al settore privato – famiglie e imprese – sono diminuiti sempre in aprile dello 0,7% su base mensile.
Dai dati diffusi oggi dalla Bce risulta così che lo scorso mese l’entità dei bond governativi detenuti dalle banche italiane è cresciuta di 7,4 miliardi di euro (a marzo la crescita era stata di 10,8 mld) attestandosi a quota 396,9 miliardi di euro. Ad aprile i depositi dei privati presso le banche italiane sono scesi dell’1%.

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla Privacy e Cookie policy. Cliccando su "Accetta" dichiari di accettare l’utilizzo di cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi