25/6/2013 00:00:00

Secondo le ultime stime del Centro studi di Confindustria si uscirà dalla crisi solo a fine anno, quando l’ultimo trimestre del 2013 segnerà un timido recupero dello 0,2%. A fine anno, però, il Pil calerà dell’1,9% contro l’1,1% atteso. A questo scenario drammatico, si aggiunge il crollo dei consumi che caleranno del 3% quest’anno e di un altro 0,3% il prossimo per arrivare a un -8,1% dal 2007. La ripresa sarà però “lenta, soprattutto per il perdurare del credit crunch, la perdita di competitività di costo, gli ampi vuoti di capacità che si sono accumulati in molti settori industriali e le gravi difficoltà delle costruzioni”. Dall’inizio della crisi sono stati persi 700mila posti di lavoro che potrebbero salire a 817mila l’anno prossimo. La disoccupazione, invece, salirà a fine anno fino al 12,4% (al 13,9% includendo la Cig), mentre nel 2014 potrebbe toccare il 12,7%: “Il tasso salirà anche a causa dell’aumento delle persone in cerca di lavoro che nel 2012 si è accentuato anche per la necessità di trovare nuove entrate per i bilanci familiari”. Alla fine di questa seconda recessione – che se verranno confermate le ultime stime durerà nove trimestri, tre in più rispetto alla precedente – “il livello del Pil sarà più basso del 9,2% raggiungendo valori inferiori del 2,2% ai minimi toccati nel secondo trimestre 2009”. A preoccupare Confindustria è anche la pressione fiscale salita al picco storico del 44,6% del Pil “e rimane insostenibilmente elevata nel 2014, specie quella effettiva al 53,4% sottratto il sommerso dal denominatore”.

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla Privacy e Cookie policy. Cliccando su "Accetta" dichiari di accettare l’utilizzo di cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi