26/6/2013 00:00:00

Il primo trimestre del 2013 è un periodo nero per le imprese italiane e i dati di Cerved group fotografano un sistema economico in crescente difficoltà. Per quanto riguarda le società, i protesti sono saliti infatti del 12,6% al record storico di oltre 23mila aziende, per ciascuna delle quali è stato levato almeno un protesto.
A soffrire è in particolare l’edilizia, con oltre 5mila società protestate (+13,8%) mentre dal punto di vista geografico il fenomeno cresce soprattutto al Nord. Nelle aziende di costruzioni il problema è rilevante e riguarda quasi il 2% delle imprese operative, quasi il doppio rispetto all’industria.
All’interno del comparto industriale, dove la crescita media è del 14,7%, gli incrementi riguardano tutti i settori manifatturieri ad eccezione dei prodotti intermedi (-12,7%) e dell’hi-tech con situazioni preoccupanti per la filiera auto (+25,8%), meccanica, (+24,9%), sistema casa (+24,7%) e largo consumo (+19,9%). In termini geografici, rispetto allo stesso trimestre del 2012, è cresciuto in modo rilevante il numero di società protestate nel Nord Est (+12)% e nel Nord Ovest (+9,9%) con picchi particolarmente alti nel Friuli (+41%), nel Trentino (+24,7%) e in Veneto (+19,6%). Il quadro negativo sui protesti non è confortato da dati migliori sul versante dei pagamenti, dove nei primi tre mesi dell’anno si riduce la quota di imprese puntuali: erano il 48,2% all’inizio del 2012, sono solo il 45,2% ora. I dati per dimensione di impresa indicano che ben nove grandi imprese su dieci pagano oltre le scadenza pattuite (in media in 90,4 giorni) ma solo nel 7,3% dei casi i ritardi sono gravi, di oltre due mesi. La presenza di imprese puntuali è molto più alta tra le Pmi (pagano entro i termini il 37% delle società con fatturato tra 2-50 milioni), anche se la percentuale è in calo rispetto allo scorso anno, mentre aumentano sia i ritardi entro due mesi, sia i gravi ritardi, che si attestano al 7,9% del totale.
 

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla Privacy e Cookie policy. Cliccando su "Accetta" dichiari di accettare l’utilizzo di cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi