19/7/2013 00:00:00

Secondo il rapporto 2013 di FederSicurezza nel 2012 il numero di guardie giurate è diminuito del 2% rispetto all’anno precedente. Lo studio segnala che l’anno scorso i dipendenti da imprese di vigilanza privata erano 52.227 (il 2,4% in meno in confronto al 2011): tra questi, le guardie particolari giurate ammontavano a 47.064 contro le 47.982 censite nel 2011. Un numero che si traduce in una guardia giurata ogni 1378 cittadini. Dalla ricerca emerge anche che gli istituti di vigilanza privata mostrano maggiore sofferenza e un quadro finanziario più precario rispetto alle imprese degli altri settori. D’altra parte, la pressione fiscale, la crisi e i tempi di pagamento dei clienti della sicurezza, nettamente superiori alla media del campione nazionale, mettono a dura prova le tenuta finanziaria delle aziende. E il “credit crunch” fa il resto. Il 28,8%, per dire, non è riuscito a fare investimenti negli ultimi dodici mesi e il 36,5% non ipotizza a breve di farne. La domanda si affida quindi alla tecnologia: secondo le ultime rilevazioni di Anie Sicurezza, Il comparto Automazione e Sicurezza è cresciuto dell’1,31% nel 2012. In questo modo però, rileva FederSicurezza, si dimentica che le telecamere servono a poco se nessuno le guarda e interviene sul campo.

Scarica il rapporto
Rapporto Federsicurezza 2013
 

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla Privacy e Cookie policy. Cliccando su "Accetta" dichiari di accettare l’utilizzo di cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi