26/7/2013 00:00:00

Secondo il commento dell’Ufficio Studi Confcommercio ai dati sulle vendite al dettaglio di maggio diffusi dall’Istat, dopo dodici mesi negativi, a maggio l’indice delle vendite al dettaglio mostra un piccolo aumento congiunturale (+0,1%). Tuttavia, questo segnale non deve indurre a eccessivo ottimismo in quanto, tenendo conto della variazione dei prezzi (+0,2% l’aggregato dei beni al netto di carburanti e tabacchi), anche nel mese di maggio i consumi in termini reali calano di un decimo di punto”. “In particolare – questa riflessione si applica alla dinamica della spesa alimentare che in valore cresce nel mese di maggio (+0,6%), a motivo dell’incremento dei prezzi dello 0,7% nello stesso mese. Dunque, seppure da alcuni mesi si stia rilevando una modesta attenuazione delle dinamiche negative, resta l’evidenza statistica che nei primi cinque mesi del 2013 si registra un’evoluzione degli acquisti a volume peggiore rispetto a quanto registrato nei primi cinque mesi del 2012

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla Privacy e Cookie policy. Cliccando su "Accetta" dichiari di accettare l’utilizzo di cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi