3/9/2013 00:00:00

L’organizzazione internazionale conferma la stima di una contrazione del Pil dell’1,8% nel 2013. Quello italiano è l’unico dato tra i Paesi del G7 ad essere negativo per l’anno in corso: la Francia registrerà a fine anno una crescita dello 0,3% (+1,4% nel terzo trimestre, +1,6% nel quarto), la Germania dello 0,7% (+2,3% e +2,4%), la Gran Bretagna dell’1,5% (+3,7% e +3,2%) e gli Usa dell’1,7% (+2,5% e +2,7%). Tuttavia la situazione resta delicata per l’intera Eurozona ancora “vulnerabile a rinnovate tensioni finanziarie, bancarie e sul debito sovrano”, ma “l’area euro nell’insieme non è più in recessione” anche se al suo interno il “ribilanciamento” tra Paesi in deficit e in surplus “resta incompleto”. Nei Paesi con debito elevato, spiega l’organizzazione, “la domanda interna debole è stata compensata solo in modo limitato da esportazioni più forti”, quindi servono “riforme per aumentare la produttività”, che “aiuteranno a migliorare la competitività e le performance nell’export”. Nel complesso, l’economia mondiale ha ritrovato una crescita “moderata”, ma “una ripresa sostenibile non è ancora stabilmente costituita e restano importanti rischi”.
A luglio, intanto, i prezzi al consumo nella zona Ocse sono saliti dell’1,9% tendenziale (+1,8% a giugno), spinti dalle componenti energetica (+4,5% su anno) e alimentare (+2,2%). Al netto di energia e cibo il tasso tendenziale d’inflazione Ocse è rimasto stabile all’1,5%; su base congiunturale, l’inflazione è aumentata dello 0,1% a luglio.

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla Privacy e Cookie policy. Cliccando su "Accetta" dichiari di accettare l’utilizzo di cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi