5/12/2013 00:00:00

Quasi un terzo delle imprese italiane ha in mano metà del debito verso le banche e presenta “una copertura degli interessi a livelli vulnerabili”. Lo scrive il Fmi, rilevando una leva finanziaria “fra le più alte nell’Eurozona” dovuta alla bassa capitalizzazione. Per contro le famiglie italiane, nonostante il calo dei redditi, hanno un debito basso e i loro rischi sono “mitigati dal considerevole patrimonio netto”.

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla Privacy e Cookie policy. Cliccando su "Accetta" dichiari di accettare l’utilizzo di cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi