17/4/2014 00:00:00

Il decreto legge ‘bonus’ Irpef è ”un buon provvedimento che va nella direzione di creare le condizioni di fiducia e di rilancio dell’economia”, ma ci vorrebbe ”maggiore attenzione per gli autonomi” che sono stati esclusi del bonus. Lo afferma il presidente di Rete imprese Italia, Marco Venturi, che chiede di tenere conto anche delle Pmi, ”soprattutto tenendo conto di quello che è successo in questi anni, con tantissime imprese che hanno chiuso, bruciando ricchezza e lavoro”. Bene anche il pagamento di un’altra quota dei debiti arretrati delle pubbliche amministrazioni nei confronti delle imprese: ”e’ un passo importante”, dice Venturi. Che però dovrà essere accompagnato dalla regolarità dei pagamenti nel futuro. ”Per le imprese sapere che ci sarà una regolarità nei tempi di pagamento diventa vitale, perché altrimenti si espone l’impresa a dei costi, con un ritorno molto differito”. Un altro punto di forza del provvedimento è il capitolo che riguarda i risparmi in arrivo dalla pubblica amministrazione. Nel provvedimento ”vedo delle positività”’, afferma il presidente di Rete imprese. Il decreto legge, nel suo complesso, viene quindi promosso da Venturi, che però chiede al governo di ”non creare diversità tra dipendenti e autonomi”.

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla Privacy e Cookie policy. Cliccando su "Accetta" dichiari di accettare l’utilizzo di cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi