2/5/2014 00:00:00

Nel mese di aprile 2014 si è realizzato un fabbisogno del settore statale pari, in via provvisoria, a circa 10.100 milioni, che si confronta con gli 11.333 milioni del mese di aprile 2013. Nel primo quadrimestre dell’anno il fabbisogno si è attestato a circa 41.800 milioni, con un miglioramento di circa 6.200 milioni rispetto allo stesso periodo del 2013.

Commento
Il miglioramento del fabbisogno ad aprile 2014, nel confronto con lo stesso mese dell’anno precedente, è ascrivibile da un lato, ad un aumento degli incassi fiscali, tra i quali gli introiti dell’imposta di bollo sugli strumenti finanziari, dell’IVA e delle accise; dall’altro, ad una flessione dei pagamenti per interessi sul debito pubblico e delle spese delle amministrazioni statali. Fra le poste peggiorative del saldo si segnalano maggiori prelevamenti dai conti di Tesoreria intestati alle amministrazioni locali legati presumibilmente al pagamento di debiti pregressi.
Considerando il primo quadrimestre dell’anno, gli incassi fiscali sono risultati sostanzialmente in linea con quelli registrati nello stesso periodo dell’anno precedente, nonostante lo slittamento del versamento dei premi INAIL da febbraio a maggio per un importo pari a circa 3 miliardi. Il gettito dell’IVA sugli scambi interni si conferma positivo, in aumento del 6,2% rispetto ai primi quattro mesi del 2013. Nello stesso periodo si è registrata una flessione dei pagamenti delle amministrazioni statali e degli interessi sul debito pubblico.
 

 

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla Privacy e Cookie policy. Cliccando su "Accetta" dichiari di accettare l’utilizzo di cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi