13/6/2014 00:00:00

E’ necessario agire subito per contenere il rischio di un’altra crisi dell’immobiliare, già al centro della crisi finanziaria del 2008. A lanciare l’allarme – riferisce il Financial Times – è il Fondo Monetario Internazionale (Fmi), i cui dati mostrano come i prezzi delle case sono in molti paesi sopra la media storica.
Nei prezzi degli immobili c’è un’accelerazione da livelli già elevati e questa – afferma il Fmi – è una delle maggiori minacce per la stabilita’ economica.
L’indice globale dei prezzi delle case del Fmi mostra un aumento del 3,1% rispetto a un anno fa. I prezzi stanno crescendo piu’ velocemente nei mercati emergenti, con aumenti del 10% nelle Filippine, del 9% in Cina e del 7% in Brasile.

”In alcuni casi i prezzi stanno recuperando la forte correzione sperimentata durante la Grande Recessione. In altri i prezzi delle case stanno continuando una marcia al rialzo dopo una modesta moderazione durante la Grande Recessione” afferma il vice direttore generale del Fmi, Min Zhu, in un discorso – ripreso dal Financial Times – pronunciato la scorsa settimana alla Bundesbank, ma pubblicato solo oggi perché si sarebbe scontrato con l’annuncio della Banca Centrale Europea (Bce). Con la recessione globale le banche centrali hanno ridotto i tassi di interesse a minimi storici, spingendo i prezzi delle case a livelli che il Fmi ritiene premessa di un significativo rischio in particolare per economie quali quella di Hong Kong e di Israele.
 

 

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla Privacy e Cookie policy. Cliccando su "Accetta" dichiari di accettare l’utilizzo di cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi