14/6/2014 00:00:00

Il CSC stima una variazione della produzione industriale dello 0,2% in aprile su marzo; in marzo c’è stata una flessione dello 0,5% su febbraio, comunicata oggi dall’ISTAT 1.
In aprile l’indice destagionalizzato è superiore dello 0,3% rispetto al livello dell’aprile 2013.
Nel primo trimestre del 2014 l’attività industriale ha registrato un aumento dello 0,1% sul quarto del 2013, quando aveva recuperato lo 0,5% sul precedente (rivisto al ribasso dal +0,7% comunicato dall’ISTAT il mese scorso).
 In aprile la variazione congiunturale acquisita per il secondo trimestre 2014 è di -0,3%.
Da marzo 2013 si è cumulato un divario notevole tra il profilo piatto della produzione e il netto miglioramento delineato dai giudizi sui livelli di produzione, il cui saldo è salito di 18 punti (da -38 a -20), rilevati dall’ISTAT nell’indagine mensile sulla fiducia delle imprese manifatturiere. Tale fenomeno è inedito (in passato c’erano stati scostamenti nell’entità del movimento, non nel segno). Ciò riduce la valenza degli indicatori qualitativi che continuano a puntare su un recupero dell’attività nei prossimi mesi. In particolare, le valutazioni dei direttori degli acquisti sugli ordini ricevuti dalle imprese manifatturiere italiane segnalano in aprile un significativo incremento: la relativa componente del PMI si è attestata a 54,9 (da 52,8, soglia neutrale=50), massimo da aprile 2011; grazie agli ordini interni e soprattutto esteri (a 58,3 da 57,2).
In aprile la distanza dal picco di attività pre-crisi (aprile 2008) è -24,5%.

 

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla Privacy e Cookie policy. Cliccando su "Accetta" dichiari di accettare l’utilizzo di cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi