15/6/2014 00:00:00

Misery index Confcommercio: in aprile l’indice di disagio sociale aumenta da 21,2 a 21,3 (+0,1). La disoccupazione estesa sale dello 0,1% al 16,6% mentre l’inflazione dei beni e servizi ad alta frequenza d’acquisto cresce dallo 0,4% allo 0,5%.

Il MIC di aprile si attesta su un valore stimato di 21,3 punti, in aumento di 0,1 punti rispetto al mese di marzo. Ciò è imputabile all’aumento di 0,1 punti dell’inflazione dei beni e servizi ad alta frequenza di acquisto e dello 0,1% della disoccupazione estesa. In aprile il tasso di disoccupazione ufficiale è rimasto invariato al 12,6%, in aumento di 0,6 punti su base annua. I disoccupati sono 3 milioni 216mila, cifra in diminuzione di 14mila unità; sul mese precedente ma in aumento di 138mila rispetto allo stesso periodo del 2013. Il numero di occupati è diminuito di 68mila unità; rispetto a marzo e di 181mila rispetto ai 12 mesi precedenti. Nel mese di aprile sono state autorizzate 87 milioni di ore di CIG, in diminuzione rispetto ai 100 milioni di marzo e ai 100 milioni dello stesso periodo del 2013. Le ore di CIG utilizzate – destagionalizzate e ricondotte poi a ULA – sono stimate in aumento di circa 5mila unità;, il che porta il numero di persone in CIG dalle 296mila stimate per marzo alle 301mila stimate per aprile. Il numero di scoraggiati è stimato in aumento da 841mila persone di marzo a 849mila (+8.000). Aggiungendo ai disoccupati ufficiali la stima delle persone in CIG e degli scoraggiati si ottiene per aprile un tasso di disoccupazione esteso del 16,6%, in aumento dello 0,1% rispetto al valore di marzo. L’inflazione dei beni e dei servizi ad alta frequenza di acquisto è aumentata dallo 0,4% allo 0,5%. L’aumento dello 0,1% dell’inflazione e dello 0,1% della disoccupazione estesa porta il MIC a crescere di 0,1 punti a 21,3. La figura 1 mostra l’andamento del MIC scomposto nei contributi dati dalle due componenti (in rosso l’inflazione dei beni e servizi ad alta frequenza d’acquisto ed in blu la disoccupazione estesa), mentre l’ingrandimento riporta l’andamento complessivo del disagio sociale negli ultimi otto mesi. Nel medio periodo il MIC è passato dagli 11 punti di inizio 2007 al record storico di 21,7 punti di gennaio 2014, disegnando un percorso di rapida crescita del disagio sociale che nel corso del 2013-2014 si è temporaneamente attenuato solo grazie al crollo dell’inflazione, mentre la disoccupazione estesa appare in costante aumento.

Scarica il rapporto

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla Privacy e Cookie policy. Cliccando su "Accetta" dichiari di accettare l’utilizzo di cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi