17/6/2014 00:00:00

Il 18 giugno 2013 è entrata in vigore la nuova riforma del condominio e, a circa un anno di distanza, solo il 48,9% delle famiglie ha dichiarato di conoscerla; anche a Roma sono il 49,8%. Tuttavia, i più informati risultano averne avuto notizia dagli organi d’informazione per un 46,7%, oppure da fonti condominiali: il 34,7% in assemblea, l’11,3% tramite circolare dell’amministratore e il restante 4,6% attraverso il passaparola tra condomini. A Roma i dati sono rispettivamente: 45,2%, 32,7%, 13,5% e 8,7%.
Molto interessante è il dato sull’applicazione di alcune norme in ambito condominiale: il 54,1% ne dichiara il loro recepimento, sempre a fronte di un 25,1% disinformato e di un 20,8% che ne denucia la mancata applicazione; nella Capitale il dato per quanto riguarda la non adozione delle norme è più basso, al 16,3%, fatto abbastanza incoraggiante per una grande città.
Le famiglie residenti in condominii curati da un amministratore per un 78% si dichiarano molto o abbastanza soddisfatte di chi le gestisce e, in definitiva, solo un 7% è totalmente insoddisfatto; Roma risulta in media.

Leggi il comunicato completo.

 

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla Privacy e Cookie policy. Cliccando su "Accetta" dichiari di accettare l’utilizzo di cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi