6/7/2014 00:00:00

“I dati sull’andamento del mercato del lavoro nel mese di maggio lasciano intravedere i primi segnali di assestamento delle dinamiche dell’occupazione. E’ un buon segno la crescita degli occupati di 52mila unità rispetto ad aprile, nonostante l’ulteriore sviluppo del numero dei disoccupati”. Questo il commento dell’Ufficio Studi di Confcommercio sui dati Istat. “Infatti – spiega la nota – dopo un biennio caratterizzato da una sensibile riduzione delle persone impiegate nel processo produttivo (-724mila tra gennaio 2012 e dicembre 2013), nei primi cinque mesi dell’anno in corso si è registrato un lieve aumento (+56mila occupati rispetto a dicembre 2013). A questa evoluzione ha corrisposto una crescita meno accentuata dei disoccupati: +32mila dalla fine del 2013, a fronte dei +761mila registrati tra gennaio 2012 e dicembre 2013, con una sostanziale stabilizzazione del tasso di disoccupazione attestato da un trimestre al 12,6%”. “Queste indicazioni, seppure positive – conclude l’Ufficio Studi – appaiono insufficienti per indicare un sicuro punto di svolta del mercato del lavoro. Il profilo di sviluppo dell’occupazione appare ancora caratterizzato da una dinamica oscillante e incerta e se la tendenza al ribasso sembra superata, il riassorbimento della disoccupazione è comunque ancora lontano da venire”.

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla Privacy e Cookie policy. Cliccando su "Accetta" dichiari di accettare l’utilizzo di cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi