8/7/2014 00:00:00

Il prossimo 14 luglio, dalle 9:00 alle 14:00, si terrà, presso la Sala Auditorium dell’Isfol, il convegno “Non sempre mobili. I risultati dell’Indagine sulla mobilità geografica dei dottori di ricerca”.

L’evento è un’occasione per presentare i risultati della ricerca realizzata dall’Isfol nel 2012 e riflettere più in generale sul fenomeno della mobilità intellettuale.
Il convegno si apre con gli interventi istituzionali del direttore generale dell’Isfol, Paola Nicastro e del Responsabile della Segreteria Tecnica del Ministro del lavoro e delle politiche sociali, Bruno Busacca, cui seguono due sessioni. Nella prima, coordinata da Andrea Cutillo (Istat), Valentina Gualtieri, Francesca Bergamante e Tiziana Canal dell’Isfol presenteranno le principali evidenze emerse dall’indagine. Nella successiva tavola rotonda, coordinata da Marco Centra (Isfol), esperti provenienti dal mondo universitario e della ricerca pubblica [si confronteranno sul fenomeno delle migrazioni intellettuali – sia interne che esterne all’Italia. Alla tavola rotonda interverranno Maria Carolina Brandi (Cnr – Irpps), Alessandro Rosina (Università Cattolica di Milano), Benedetto Torrisi (Università di Catania), Gaetano Vecchione (Seconda Università di Napoli), Liana Verzicco (Istat), Concluderà i lavori Giorgio Alleva (Università degli studi di Roma Sapienza) con un intervento teso a far emergere le diversità del territorio italiano in termini di sviluppo socio-economico e la conseguente disomogeneità nella capacità di utilizzo del capitale umano.

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla Privacy e Cookie policy. Cliccando su "Accetta" dichiari di accettare l’utilizzo di cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi