28/9/2014 00:00:00

“Il dato Istat conferma le difficoltà dei consumi delle famiglie ad uscire dalla fase recessiva che ha caratterizzato gli ultimi anni, ma lascia intravedere modesti segnali di stabilizzazione della domanda”. Questo il commento dell’Ufficio Studi di Confcommercio ai dati sulle vendite al dettaglio. “La tendenza alla riduzione dei prezzi, abbastanza accentuata per gli alimentari, rilevata negli ultimi mesi, ha infatti determinato, a luglio, un modesto aumento a volume delle vendite (+0,3%). Il dato – continua Confcommercio – ha solo attenuato lo stato di crisi: nei primi sette mesi dell’anno la contrazione a volume è, infatti, pari all’1,4%. Alla luce di queste dinamiche e delle preoccupazioni delle famiglie circa le prospettive a breve è necessario che nella Legge di Stabilità siano inseriti provvedimenti che, ridando slancio ai consumi, creino le premesse per una vera ripresa nel 2015”.

 

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla Privacy e Cookie policy. Cliccando su "Accetta" dichiari di accettare l’utilizzo di cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi