13/11/2014 00:00:00

Il Fondo Monetario Internazionale (Fmi) plaude alle recenti misure della Bce, che dimostrano l’impegno della banca centrale a combattere la bassa inflazione. Ma se «le prospettive di inflazione non miglioreranno e le aspettative di inflazione continuassero a calare, la Bce dovrebbe essere pronta a fare di più, incluso l’acquisto di titoli sovrani». Lo afferma il Fondo monetario internazionale nel documento presentato al G20 di Brisbane il 15 e 16 novembre.

Secondo il Fmi, l’economia mondiale crescerà quest’anno del 3,3% per accelerare nel 2015 al 3,8%. Lo conferma il Fondo Monetario Internazionale (Fmi) nello stesso documento, ribadendo le stime contenute nel World Economic Outlook di ottobre. Per l’Italia è confermata una contrazione del Pil dello 0,2% nel 2014 e un ritorno alla crescita nel 2015, quando il pil salirà dello 0,8%.

«Fra rischi c’è stagnazione area euro»
La ripresa economica globale continua ma resta «lenta». Ci sono rischi al ribasso, dalla normalizzazione della politica monetaria alla “bassa inflazione/deflazione dell’area euro”, dalle tensioni geopolitiche al rischio mercati. Così il Fmi nel documento al G20 di Brisbane che invita ad evitare un nuovo anno «mediocre». I dati recenti indicano una crescita debole nell’area euro, con la domanda esterna e interna debole.
Area euro e Giappone rischiano un periodo di bassa crescita che potrebbe trasformarsi in stagnazione.

Prioritarie le riforme strutturali
Le riforme strutturali sono essenziali, la priorità per le economie del G20.
 

 

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla Privacy e Cookie policy. Cliccando su "Accetta" dichiari di accettare l’utilizzo di cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi