16/11/2014 00:00:00

“Se, oltre ai tredici trimestri di variazioni nulle o negative, si considera che dal primo trimestre del 2008 il Pil si è ridotto del 9,4%, tornando ai livelli del 2000, la strada della ripresa appare non solo lontana, ma sempre più difficile da raggiungere. Un percorso che rischia di essere ancora più tortuoso a causa del venir meno dell’apporto positivo della domanda estera per le difficoltà in cui si trovano molti paesi europei”. Questo il commento dell’ufficio Studi Confcommercio alle stime preliminari del Pil diffuse dall’Istat. “E’, dunque, evidente che l’unica via di uscita è quella di avviare politiche di stimolo ai consumi e agli investimenti più incisive di quelle attuate sino ad ora. Altrimenti dovremo arrenderci al fatto che la recessione, o la stagnazione, possano diventare una costante per la nostra economia”.

“La conferma del modesto aumento dei prezzi al consumo in ottobre non deve indurre ad abbassare la guardia sul fronte di una possibile deflazione. L’incremento registrato nell’ultimo mese è, infatti, imputabile esclusivamente alla componente regolamentata dei prezzi (beni e servizi). Politiche inflazionistiche, ancorchè molto moderate, da parte dell’operatore pubblico, nazionale e locale, rischiano di comprimere ulteriormente la quota di spesa destinata ai consumi liberi, accentuando le difficoltà delle famiglie e delle imprese della distribuzione”. Questro il commento dell’Ufficio Studi di Confcommercio al dato definitivo sull’inflazione a ottobre dell’Istat.
 

 

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla Privacy e Cookie policy. Cliccando su "Accetta" dichiari di accettare l’utilizzo di cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi