26/11/2014 00:00:00

Individuare i tratti comuni e le differenze nel processo di evoluzione della Grande Depressione degli anni ’30 e dell’attuale recessione può aiutare ad avere una percezione più; chiara del difficile e lungo percorso di ripresa che si prospetta per l’Italia e, più; in generale, del ruolo fondamentale delle politiche in periodi di persistente recessione.
Il primo, e forse più; importante, punto di contatto tra due periodi storici tanto diversi è rappresentato dalla perdita di prodotto interno. La crisi economica degli ultimi anni risulta persino più; profonda e persistente di quella del ’29, con una riduzione del Pil dell’8% circa a partire dal 2007. I primi anni delle due crisi presentano caratteristiche simili in termini di Pil; tuttavia, negli anni ’30 il Pil è tornato ai livelli pre-crisi (quelli del 1929) in sette anni, mentre attualmente, dopo quasi sette anni, continua a ridursi prospettando un percorso di ripresa ancora lento e faticoso. Diversa risulta invece la dinamica dei prezzi che solo di recente hanno registrato valori negativi, a fronte di cadute dell’ordine del 20% negli anni trenta.

Scarica il comunicato stampa

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla Privacy e Cookie policy. Cliccando su "Accetta" dichiari di accettare l’utilizzo di cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi