7/12/2014 00:00:00

Le pensioni assorbono il 32% della spesa totale. Una percentuale record se confrontata alla spesa media dei Paesi avanzati pari al 18%. La spesa per pensioni in Italia supera la media anche rispetto al Pil, con un livello stimato poco sopra il 14% nel 2015, al quinto posto nell’Ocse, contro il 10% dell’area. È quanto emerge da un rapporto dell’Ocse riferito però al 2011. L’istituto di Parigi promuove comunque le recenti riforme italiane che garantiscono, dice, «la sostenibilità finanziaria del sistema previdenziale».
L’analisi che si riferisce ai 34 paesi aderenti, pone in evidenza come l’invecchiamento della popolazione e le difficoltà economiche insieme a bassa crescita, bassi tassi d’interesse e bassi rendimenti, creino seri problemi per i sistemi previdenziali. Tornando alla classifica dell’entità della spesa previdenziale in Europa, tra il 25% e il 28% si trovano Polonia, Austria, Portogallo e Grecia, attorno al 23% Germania e Spagna, mentre la Francia è vicina al 25%.

 

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla Privacy e Cookie policy. Cliccando su "Accetta" dichiari di accettare l’utilizzo di cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi