4/7/2018 00:00:00

In tutti i paesi dell’OCSE, le condizioni del mercato del lavoro continuano a migliorare e nel primo trimestre del 2018 il tasso medio di occupazione è stato di circa 2 punti percentuali al di sopra del suo picco pre-crisi. Si prevede inoltre che i tassi di occupazione e disoccupazione dell’OCSE continuino a migliorare nel 2018 e 2019. Tuttavia, allo 0,6% nel quarto trimestre del 2017, il tasso di crescita su base annua delle retribuzioni orarie reali è rimasto deludentemente basso, quasi un punto percentuale inferiore rispetto prima della crisi per livelli simili di disoccupazione.
Il mercato del lavoro italiano si colloca al di sotto della media OCSE in tutti gli indicatori chiave di qualità del lavoro e inclusività, tranne la qualità degli utili in cui l’Italia è al di sopra della media.
In Italia il tasso di disoccupazione è “sceso ma, all’11,2% nell’aprile 2018, rimane il terzo più alto tra i paesi dell’Ocse e 4,6 punti percentuali sopra il livello del 2008”. I salari reali sono scesi dell’1,1% tra il quarto trimestre 2016 e il quarto trimestre 2017, rispetto a una media Ocse del +0,6% nello stesso periodo.
La situazione del mercato del lavoro in Italia è “migliorata negli ultimi anni ma più lentamente che in altri paesi.
Leggi testo integrale OCSE (ING)

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla Privacy e Cookie policy. Cliccando su "Accetta" dichiari di accettare l’utilizzo di cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi