25 NOVEMBRE 2020 – Dall’audizione DDL Bilancio del Presidente dell’Istituto nazionale di statistica Prof. Gian Carlo Blangiardo.

…Nel terzo trimestre il Pil italiano ha segnato, in base alla stima preliminare, un robusto recupero con una crescita congiunturale del 16,1% portandosi a un livello inferiore del 4,7% rispetto a un anno prima. Sia la domanda nazionale (al lordo delle scorte), sia la componente estera netta hanno fornito un contributo positivo e la crescita ha coinvolto tutti i settori economici.

Dopo quattro mesi di crescita e il forte aumento registrato ad agosto, a settembre la produzione industriale è diminuita in termini congiunturali del 5,6%, registrando comunque un livello superiore dell’1,3% rispetto a luglio. Nella media del terzo trimestre il livello della produzione è cresciuto del 28,6% rispetto al trimestre precedente. Rispetto a febbraio 2020, mese immediatamente precedente l’esplosione della crisi, il livello è risultato inferiore di circa il 4% mentre, in termini tendenziali, l’indice corretto per gli effetti di calendario è più basso del 5,1%. Cali tendenziali particolarmente ampi riguardano le industrie tessili, dell’abbigliamento, pelli e accessori e quelle petrolifere. In controtendenza sono solo il comparto estrattivo, la fornitura di energia e le altre industrie manifatturiere. …

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla Privacy e Cookie policy. Cliccando su "Accetta" dichiari di accettare l’utilizzo di cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi