17 marzo 2021 – Il tasso di inflazione annuo nell’area dell’euro è stato dello 0,9% a febbraio 2021, stabile rispetto a gennaio. Un anno prima, il tasso era dell’1,2%. L’inflazione annua dell’Unione europea è stata dell’1,3% a febbraio 2021, in aumento dall’1,2% di gennaio. Un anno prima, il tasso era dell’1,6%.
I tassi annuali più bassi sono stati registrati in Grecia (-1,9%), Slovenia (-1,1%) e Cipro (-0,9%). I tassi annuali più elevati sono stati registrati in Polonia (3,6%), Ungheria (3,3%) e Romania (2,5%). Rispetto a gennaio, l’inflazione annua è diminuita in dieci Stati membri, è rimasta stabile in tre ed è aumentata in quattordici.
A febbraio, il contributo più elevato al tasso annuo di inflazione nell’area dell’euro è venuto dai servizi (+0,55 punti percentuali, pp), seguiti da alimentari, alcol e tabacco (+0,29 pp), beni industriali non energetici (+0,26 pp) ed energia (-0,15 pagg).

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla Privacy e Cookie policy. Cliccando su "Accetta" dichiari di accettare l’utilizzo di cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi