9 Giugno 2021

Pil e occupazione tornano a scendere nell’area dell’euro

Dopo il forte rimbalzo registrato alla fine dello scorso anno, nel primo trimestre del 2021 sia il Prodotto interno lordo (Pil) che l’occupazione (in presenza) sono tornati a scendere diminuendo, nella media dell’Eurozona, dello 0,3% rispetto al trimestre precedente.

Nel primo trimestre del 2021, il PIL destagionalizzato è diminuito dello 0,3% nell’area dell’euro e dello 0,1% nell’UE rispetto al trimestre precedente, secondo una stima pubblicata da Eurostat, l’ufficio statistico dell’Unione europea.

Questi cali seguono i cali del quarto trimestre del 2020 (-0,6% nell’area dell’euro e -0,4% nell’UE) dopo un forte rimbalzo nel terzo trimestre del 2020 (+12,6% nell’area dell’euro e +11,7% nell’area dell’euro). UNIONE EUROPEA). In precedenza, le diminuzioni più marcate dalla serie storica avviata nel 1995 sono state osservate nel secondo trimestre del 2020 (-11,5% nell’area dell’euro e -11,1% nell’UE).

Italia: Pil su occupazione giù

In Italia il Pil è invece cresciuto dello 0,1% mentre l’occupazione è scesa dello 0,9% rispetto al periodo ottobre-dicembre 2020.

 

Documenti Allegati

Testi int. (ING) 08062021

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla Privacy e Cookie policy. Cliccando su "Accetta" dichiari di accettare l’utilizzo di cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi