18 Giugno 2021

Il settore turistico è stato duramente colpito dalla pandemia

Il settore turistico è stato duramente colpito dalla pandemia di Covid-19. Secondo l’indagine condotta dalla Banca d’Italia sul turismo internazionale, nel 2020 la spesa dei viaggiatori stranieri in Italia si è ridotta di circa tre quinti rispetto al 2019. La contrazione della spesa dei viaggiatori italiani all’estero è stata sostanzialmente analoga. Ne è derivata una forte riduzione dell’avanzo della bilancia dei pagamenti turistica (allo 0,5 per cento del PIL da 1,0 nel 2019), che ha interrotto la crescita in atto dall’inizio dello scorso decennio .

In un contesto di crollo globale dei flussi turistici, la quota di mercato dell’Italia sulle entrate mondiali da turismo internazionale è cresciuta dal 3,4 al 3,7 per cento.

I progressi della campagna vaccinale

I progressi della campagna vaccinale e la rapida riduzione dei contagi a partire da aprile si sono accompagnati a un allentamento delle misure di contenimento. Pur non essendo ancora possibile valutare i riflessi del miglioramento della situazione epidemiologica in termini di flussi turistici utilizzando i dati mensili di bilancia dei pagamenti, alcune prime indicazioni sulle presenze di stranieri in Italia sono desumibili da dati di telefonia mobile relativi al numero giornaliero di SIM estere presenti sul territorio.

Questi dati, disponibili a più alta frequenza e con minore ritardo, indicano una netta ripresa dalla fine di aprile delle presenze di viaggiatori stranieri, in particolare di quelli provenienti dai paesi UE .

In prospettiva, è verosimile ritenere che tale recupero possa beneficiare del progressivo miglioramento del quadro epidemiologico nei prossimi mesi, in cui storicamente si concentra la maggioranza degli afflussi turistici annuali.

Green pass

Un ulteriore slancio dovrebbe derivare dall’introduzione del cosiddetto Green pass e di altre misure volte ad agevolare gli spostamenti nel territorio europeo, nonché dalla possibile ripresa dei flussi turistici dagli Stati Uniti: i passeggeri dei voli Covid-tested in arrivo da questo paese sono infatti esentati, a partire dal 16 maggio, dall’obbligo di quarantena.

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla Privacy e Cookie policy. Cliccando su "Accetta" dichiari di accettare l’utilizzo di cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi