25 Giugno 2021

Al rialzo le previsioni per la zona euro

Abbiamo rivisto al rialzo le nostre previsioni per la crescita della zona euro al 4,4% quest’anno e al 4,5% nel 2022, vedendo una più ampia attuazione dello stimolo fiscale nell’ambito del piano Next Generation EU e una contrazione più debole del PIL nel primo trimestre.

La ripresa si sta ora spostando sui servizi dopo aver iniziato con l’industria, poiché la maggior parte delle restrizioni all’attività economica si attenua e le famiglie riducono il risparmio.

Le cicatrici a lungo termine per l’economia saranno probabilmente limitate dalla risposta coordinata di politica fiscale e monetaria dell’Europa, aprendo la strada alla chiusura dell’output gap entro il 2024.

In effetti, lo strumento per la ripresa e la resilienza potrebbe aggiungere l’1,3% -3,9% al PIL dell’eurozona nei prossimi cinque anni, a vantaggio di paesi come Grecia, Portogallo, Italia e Spagna e riducendo il divario economico nell’eurozona.

Per il nostro Paese quest’anno e il prossimo il Pil sarà a +4,9% mentre l’economia tedesca segnerà +3,5%. Una delle cause, è il Recovery Fund.

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla Privacy e Cookie policy. Cliccando su "Accetta" dichiari di accettare l’utilizzo di cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi