8 luglio 2021

Rapporto annuale sull’economia globale e l’Italia

È stato presentato presso l’Auditorium del grattacielo di Torino di Intesa Sanpaolo il Rapporto annuale sull’economia globale e l’Italia, giunto alla venticinquesima edizione, che il professor Mario Deaglio cura dal 1996 per conto del Centro di Ricerca e Documentazione Luigi Einaudi.

Il Rapporto di quest’anno analizza, in particolare, l’esperienza complessa dei mesi passati con l’obiettivo di cogliere le tendenze che già si intravedono per il futuro, le lezioni apprese, le nuove opportunità.

Equilibri e rapporti di forza economica e politica sono stati profondamente trasformati dalla pandemia; la diffusione del virus SARS-CoV-2 e il diverse ondate di contagio hanno portato a cambiamenti sostanziali nelle abitudini di vita, in particolare nei Paesi più sviluppati.

Pandemia, le certezze porta via

“Pandemia, le certezze porta via”, così titola uno dei paragrafi del Rapporto: partendo da questa osservazione l’analisi evidenzia un mondo sempre più fragile con una globalizzazione scardinata.

I temi fondamentali del nostro sistema sono esaminati alla luce delle trasformazioni, indotte dall’emergenza sanitaria: nuove organizzazioni del lavoro – commercio on line e smart working -, sostenibilità della crescita dei mercati finanziari, nuova coesione dell’Unione Europea con la Next Generation EU, equilibri internazionali, successi senza precedenti della scienza, per concludere con l’analisi della situazione italiana.

Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza

Dopo vent’anni di stagnazione, l’Italia ha oggi per la prima volta, con il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, le risorse per realizzare una trasformazione dell’industria in direzione green e digitale, accompagnata dalle riforme -giustizia, pubblica amministrazione e fisco-.

Investimenti “buoni”. Il ruolo del sistema bancario.

Per ripartire il Paese ha bisogno di investimenti “buoni”, in infrastrutture, in ricerca e innovazione, in formazione del capitale umano. In questo processo, la ritrovata solidità del sistema bancario può svolgere un ruolo fondamentale per progettare il futuro e provare a guardare avanti.

Il programma dell’incontro è così articolato: introduzione del Presidente di Intesa Sanpaolo Gian Maria Gros-Pietro insieme al Presidente del Centro Einaudi Beppe Facchetti; seguono gli interventi di Mario Deaglio, curatore del Rapporto, Professore emerito di Economia Internazionale dell’Università di Torino, di Giorgio De Rita, Segretario Generale CENSIS, di Anna Gatti, SDA Bocconi Associate Professor of Practice Digital Transformation and Director LIFT Lab, di Giovanna Nicodano, Professore di Economia Finanziaria, Università di Torino e Collegio Carlo Alberto, e di Nathalie Tocci, Direttore Istituto Affari Internazionali. Modera Marco Zatterin, Vice Direttore La Stampa.

Documenti Allegati

 

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla Privacy e Cookie policy. Cliccando su "Accetta" dichiari di accettare l’utilizzo di cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi