30 Luglio 2021

Accordo con l’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico settentrionale

Intesa Sanpaolo ha siglato un accordo con l’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico settentrionale (AdSP) per lo sviluppo dell’attività portuale e dell’economia ad essa collegata con importanti impatti positivi anche per l’entroterra veneziano. Stanziato un plafond di un miliardo di euro di nuovo credito.

L’iniziativa rientra nei progetti previsti da Motore Italia, il nuovo programma di Intesa Sanpaolo di finanziamenti e iniziative per consentire alle piccole e medie imprese sia di superare la fase di difficoltà causata dalla crisi pandemica e sia di rilanciarsi attraverso progetti di sviluppo e crescita, in linea con i futuri obiettivi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (Recovery Plan).

Gli obiettivi

In particolare, l’accordo ha tra gli obiettivi la spinta alla ripresa degli investimenti 4.0 sostenibili delle piccole e medie imprese e la crescita attraverso il ricorso alla finanza straordinaria e alla digitalizzazione, promuovendo e sostenendo progetti strutturali nazionali e territoriali, programmi di sviluppo imprenditoriale singoli e in filiera e iniziative ad elevato impatto economico e sociale che possano attrarre investitori. In quest’ambito, in coerenza con le prossime iniziative pubbliche previste dal PNRR per migliorare la competitività del sistema portuale, sono previste le seguenti attività:

  • accompagnare le imprese nel processo evolutivo verso criteri orientati ai principi dell’ESG – Environment, Social & Governance e della Circular Economy;
  • realizzazione di iniziative rivolte allo sviluppo e alla promozione dell’innovazione nel territorio;
  • sostegno alla nascita di nuove imprese e alla loro crescita;
  • promozione di forme strutturate di collaborazione in reti di filiera delle piccole e medie e delle microimprese, favorendo l’accesso al Programma Filiere di Intesa Sanpaolo;
  • promozione di nuovi investimenti produttivi anche a seguito di attività di attrazione e di reshoring;
  • formazione manageriale nelle imprese a partire dagli aspetti della gestione innovativa della finanza;
  • favorire e sostenere investimenti anche esteri che possano generare nuove opportunità di sviluppo economico e sociale del territorio;
  • promuovere iniziative di welfare e di impact banking in ottica Corporate Social Responsibility (“CSR”).

 

(Porto commerciale Foto T Fisk su Pexels)

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla Privacy e Cookie policy. Cliccando su "Accetta" dichiari di accettare l’utilizzo di cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi