(aggiornato 3 novembre 2021) 23 settembre 2021

Curato da Format Research e promosso dalle società di comunicazione Homina e Mediatyche.

La sostenibilità delle imprese? Frenata dalla burocrazia

L’84% delle imprese si considera “molto o abbastanza” sostenibile, ma soltanto il 30% prevede premi di produzione per i manager che raggiungono obiettivi di sostenibilità e nella maggior parte dei casi mancano investimenti e politiche organizzative dedicate, in linea con una corretta transizione ecologica. È uno dei dati che emergono dall’Osservatorio Imprese, sostenibilità e comunicazione realizzato da Format Research e promosso delle società di comunicazione Mediatyche e Homina, aderenti a UNA-Azienda della Comunicazione Unite. Su un campione rappresentativo delle piccole, medie e grandi imprese italiane, sono principalmente le grandi realtà della finanza e del commercio all’ingrosso che si valutano positivamente in termini di sostenibilità.

page1image47460544

Secondo l’Osservatorio imprese il 48,7% delle aziende ha avuto difficoltà nel percorso verso la sostenibilità

page1image36966720

DIFFICILE ARRIVARE AI FINANZIAMENTI PUBBLICI PER LA TROPPA BUROCRAZIA

Quello della sostenibilità è un percorso accidentato: il 48,7% delle imprese ha incontrato difficoltà a causa della troppa burocrazia per accedere ai finanziamenti pubblici e a un quadro normativo inadeguato. Tra le difficoltà spicca anche, con un 20,8%, la mancanza di personale qualificato da inquadrare negli organici aziendali.

Dalla ricerca emerge anche una carenza di informazioni sui principali strumenti a sostegno della transizione ecologica: solo il 7,2% delle organizzazioni conosce nel dettaglio il Pnrr.

LA STRADA DELLA SOSTENIBILITÀ HA PORTATO NUOVI CLIENTI

AL 14,8% DELLE AZIENDE

Uno dei cambiamenti rilevati dall’Osservatorio, a seguito della pandemia, è quello del venir meno della mentalità stand alone: il 17% delle imprese dell’industria e del commercio hanno richiesto alla filiera dei propri fornitori interventi per la sostenibilità. Un dato in crescita del 4% rispetto al 2020. Un approccio che ha generato positivi ritorni economici: il 14,8% delle aziende ha acquisito nuovi clienti dimostrando di operare in una filiera sostenibile. Nonostante i benefici sul business, dalla ricerca emerge la scarsa propensione delle organizzazioni a rendicontare agli stakeholder il proprio impegno per la sostenibilità. Solo l’8,6% delle imprese obbligate redige un bilancio/report di sostenibilità, percentuale che scende al 4,1% di quelle che non han3no obblighi sulla comunicazione non finanziaria. (Agenzia Dire)

Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza

Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza che disegnerà l’Italia dei prossimi anni è pronto a tramutarsi da linee guida a progetti concreti. Ma ancora non tutto il mondo imprenditoriale italiano lo conosce in dettaglio.

Osservatorio Imprese, Sostenibilità e Comunicazione 2021

È quanto emerge dall’anticipazione di alcuni risultati dell’Osservatorio Imprese, Sostenibilità e Comunicazione 2021, curato da Format Research e promosso dalle società di comunicazione Homina e Mediatyche.

Dei 900 manager e imprenditori interpellati, 7 su 10 hanno affermato di conoscere il Pnrr, mentre per gli altri 3 si tratta di un acronimo pressoché sconosciuto. Un dato quest’ultimo che sale al 35% se si prendono in considerazione solo i manager dell’industria e che scende al 27% se si guarda al mondo della finanza.

“Si tratta di un dato molto alto che però sorprende solo in parte – commentano i promotori – Gli imprenditori di organizzazioni medio grandi conoscono bene le opportunità del Pnrr, mentre il settore manifatturiero, composto da imprese piccole e piccolissime, evidentemente non pensa di poter essere coinvolto in questo processo di rilancio. Percezione errata, nel momento in cui si apriranno i bandi sarà importante essere preparati. Ecco perché è necessario implementare la comunicazione nei confronti di questo mondo”.

Tra coloro che si dichiarano “profondi” conoscitori del Pnrr, il 93% ha deciso di concentrare i propri investimenti sull’efficientamento energetico, l’87% nell’impiego di energie rinnovabili e il 77% nell’ammodernamento del proprio sistema di gestione dei rifiuti industriali, in un’ottica di maggior circolarità.

L’Osservatorio su Sostenibilità & Comunicazione è nato nel maggio 2017 su iniziativa delle agenzie di comunicazione Homina e Mediatyche, con il supporto di Format Research, per indagare lo stato dell’arte delle aziende italiane e il loro rapporto con la sostenibilità

 

Il V report integrale verrà presentato a ottobre.  Qui è possibile scaricare le edizioni precedenti.
(Ape – Foto F Ascani Format Research; Terra – Foto di Anncapictures su Pixabay)

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla Privacy e Cookie policy. Cliccando su "Accetta" dichiari di accettare l’utilizzo di cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi