4 novembre 2021.

Innovazione tecnologica e sostenibilità le priorità da affrontare per un rilancio del tessuto produttivo e occupazionale del territorio regionale.

La Meccanica primo settore delle Marche per export. Forte la propensione all’innovazione, con particolare attenzione al green.

Presentato SIMPLE: progetto marchigiano che punta a diventare una best technology italiana

Lo scenario macroeconomico mostra i segnali di una ripresa dei mercati ma per alcuni settori, tra i più tradizionali e radicati nel territorio marchigiano, il rischio di perdere tempo prezioso nella riconversione tecnologico-produttiva e nella riorganizzazione di competenze è un rischio concreto.

Alla luce di tali dinamiche e consapevoli di quanto questo frangente sia cruciale per il sistema economico locale, ISTAO e Intesa Sanpaolo hanno realizzato un seminario sul tema “Marche e Meccanica: traiettorie di sviluppo sostenibile” sulle possibilità di sviluppo virtuoso del sistema produttivo meccanico regionale a partire dallo studio dei principali trend economici del settore.

Un incontro, tenutosi presso la sede ISTAO di Villa Favorita e su piattaforma web, per offrire un quadro aggiornato dei trend in atto globalmente e localmente nel settore e, soprattutto, presentare attraverso testimonianze aziendali e accademiche un esempio virtuoso portato avanti nelle Marche per la riorganizzazione economico-produttiva in filiere fortemente integrate e sinergiche rispondendo al meglio in termini di innovazione sostenibile e competitività sul mercato interno e internazionale.

Record per la Meccanica marchigiana

Secondo i dati illustrati da Giovanni Foresti (Direzione Studi e Ricerche Intesa Sanpaolo) nell’ambito della vitalità che sta contrassegnando nel 2021 l’economia marchigiana la meccanica ha toccato nel primo semestre la cifra record di export di 1,16 miliardi di euro, più 16,4% rispetto allo stesso periodo del 2019.

Già prima della crisi pandemica la meccanica marchigiana aveva mostrato un’elevata competitività, tra il 2007 e il 2019 l’export era salito del 26%, cinque punti percentuali in più rispetto alla media italiana.

Da qualche anno la meccanica è il primo settore per export della regione, grazie al sorpasso effettuato su calzature ed elettrodomestici.

Risultati che si spiegano con l’elevata propensione ad innovare: sono 136 i brevetti domandati all’EPO ogni 100 imprese marchigiane della meccanica ed un terzo circa dei brevetti green della regione sono nel portafoglio delle imprese del settore.

(Meccanica foto Cottombro / Pexels)

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla Privacy e Cookie policy. Cliccando su "Accetta" dichiari di accettare l’utilizzo di cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi