11 gennaio 2022

Le prospettive economiche globali portano a rallentare la crescita globale fino al 2023
Secondo l’ultimo rapporto Global Economic Prospects, la crescita globale dovrebbe decelerare notevolmente dal 5,5% nel 2021 al 4,1% nel 2022 e al 3,2% nel 2023. La diffusione delle varianti di COVID-19 insieme a inflazione, debito e disuguaglianza intensifica l’incertezza.

Rallenta l’economia globale

Dopo un forte rimbalzo nel 2021, l’economia globale sta entrando in un marcato rallentamento tra le nuove minacce delle varianti COVID-19 e un aumento dell’inflazione, del debito e della disuguaglianza di reddito che potrebbe mettere in pericolo la ripresa nei paesi emergenti e economie in via di sviluppo, secondo l’ultimo rapporto Global Economic Prospects della Banca Mondiale.

Si prevede che la crescita globale decelererà notevolmente dal 5,5% nel 2021 al 4,1% nel 2022 e al 3,2% nel 2023 quando la domanda repressa si dissiperà e man mano che il sostegno fiscale e monetario verrà allentato in tutto il mondo.

La diffusione veloce di Omicron

La rapida diffusione della variante Omicron indica che la pandemia continuerà probabilmente a interrompere l’attività economica nel breve termine. Inoltre, una notevole decelerazione nelle principali economie, inclusi Stati Uniti e Cina, peserà sulla domanda esterna nelle economie emergenti e in via di sviluppo.

In un momento in cui i governi di molte economie in via di sviluppo non hanno lo spazio politico per sostenere l’attività se necessario, i nuovi focolai di COVID-19, i persistenti colli di bottiglia nella catena di approvvigionamento e le pressioni inflazionistiche e le elevate vulnerabilità finanziarie in vaste aree del mondo potrebbero aumentare il rischio di un atterraggio duro.

Molteplici fattori di rischio

“L’economia mondiale sta affrontando contemporaneamente il COVID-19, l’inflazione e l’incertezza politica, con la spesa pubblica e le politiche monetarie in un territorio inesplorato.

L’aumento della disuguaglianza e delle sfide alla sicurezza sono particolarmente dannose per i paesi in via di sviluppo”, ha affermato il presidente del Gruppo della Banca Mondiale David Malpass. “Mettere più paesi su un percorso di crescita favorevole richiede un’azione internazionale concertata e una serie completa di risposte politiche nazionali”.

Divergenza nei tassi di crescita tra economie avanzate ed economie emergenti e in via di sviluppo

Il rallentamento coinciderà con una crescente divergenza nei tassi di crescita tra economie avanzate ed economie emergenti e in via di sviluppo. La crescita nelle economie avanzate dovrebbe diminuire dal 5% nel 2021 al 3,8% nel 2022 e al 2,3% nel 2023, un ritmo che, sebbene moderato, sarà sufficiente per riportare la produzione e gli investimenti alla loro tendenza pre-pandemia in queste economie.

Nelle economie emergenti e in via di sviluppo, tuttavia, la crescita dovrebbe scendere dal 6,3% nel 2021 al 4,6% nel 2022 e al 4,4% nel 2023. Entro il 2023, tutte le economie avanzate avranno raggiunto una piena ripresa della produzione; tuttavia, la produzione nelle economie emergenti e in via di sviluppo rimarrà del 4% al di sotto del suo trend pre-pandemia.

Per molte economie vulnerabili, la battuta d’arresto è ancora più grande: la produzione delle economie fragili e colpite da conflitti sarà inferiore del 7,5% rispetto alla sua tendenza pre-pandemia e la produzione dei piccoli stati insulari sarà inferiore dell’8,5%.

Inflazione

Nel frattempo, l’aumento dell’inflazione, che colpisce particolarmente i lavoratori a basso reddito, sta limitando la politica monetaria. A livello globale e nelle economie avanzate, l’inflazione sta registrando i tassi più alti dal 2008. Nei mercati emergenti e nelle economie in via di sviluppo, ha raggiunto il tasso più alto dal 2011. Molte economie emergenti e in via di sviluppo stanno ritirando il sostegno politico per contenere le pressioni inflazionistiche, ben prima della ripresa è completo. …

Vedi testo originale completo del comunicato stampa sito THE WORLD BANK (ING)

(Povertà DisuguaglianzaFoto Taylor Brandon su Unsplash)

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla Privacy e Cookie policy. Cliccando su "Accetta" dichiari di accettare l’utilizzo di cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi