9 settembre 2022

Situazione economica e coordinamento delle politiche macroeconomiche nell’area dell’euro

Abbiamo discusso oggi della situazione economica nell’area dell’euro. Penso che abbiamo due parole chiave: una è incertezza e l’altra è cooperazione. Incertezza, perché, nonostante tutto, l’economia dell’area dell’euro è rimasta solida nella prima metà dell’anno: il PIL è cresciuto dello 0,7% nel primo trimestre e dello 0,8% nel secondo. L’occupazione ha continuato a crescere e il tasso di disoccupazione, al 6,6%, è ai minimi storici.

Ma gli ultimi indicatori del sentiment e la situazione globale globale, i dati sui prezzi, l’inflazione, l’energia, indicano tutti un rallentamento della dinamica economica nei prossimi mesi. L’inflazione è salita al 9,1%, con grandi differenze tra i paesi. Questo sta erodendo il potere d’acquisto e causando crescenti sofferenze alle famiglie e alle imprese. Una recessione non è inevitabile, ma onestamente il rischio di una recessione è evidentemente aumentato.

I governi hanno risposto all’aumento dei prezzi dell’energia con un’ampia gamma di misure di sostegno. Abbiamo fornito ai ministri una valutazione complessiva di queste misure. Il costo fiscale netto delle misure adottate fino al 29 agosto è di circa lo 0,9% del PIL dell’UE. Naturalmente, prevediamo che questa cifra aumenti sostanzialmente prima della fine dell’anno perché questo tipo di misure vengono prese di giorno in giorno.

Riteniamo che le misure siano più mirate alle famiglie e alle imprese più vulnerabili, come abbiamo costantemente raccomandato nelle nostre linee guida agli Stati membri. Riconosco naturalmente che questo principio non è sempre di facile attuazione (quindi un ruolo difficile per i ministri delle finanze, in particolare, e per i governi) quando tante famiglie e imprese – anche a reddito medio – si trovano in difficoltà.

Sappiamo che la causa principale di questi problemi è la guerra di Putin contro l’Ucraina e dovremmo tenerlo ben presente in mente e ripeterlo ai cittadini e in occasioni pubbliche. L’obiettivo della guerra di Putin e della sua arma dell’export energetico russo è dividere l’Europa e indebolire la determinazione dell’Occidente collettivo a sostenere l’Ucraina. Il governo russo cercherà di sfruttare le nostre difficoltà economiche. E fallirà.

Affrontare l’inflazione, i rischi per la crescita, i rischi di recessione significa aumentare il risparmio energetico, aumentare l’efficienza energetica e sviluppare fonti di energia alternative fanno tutti parte della soluzione. La soluzione è una cooperazione tra la politica fiscale e monetaria e le decisioni energetiche che vanno nella giusta direzione. E così sta aggiustando il nostro mercato elettrico. Come sapete, la Commissione sta lavorando a un intervento di emergenza al riguardo, con l’obiettivo finale ovviamente di allentare la pressione su famiglie e imprese e intendiamo presentare proposte concrete al Collegio martedì prossimo.

I prossimi mesi saranno difficili, ma siamo preparati e gestiremo le sfide che ci attendono. Sono convinto che il ruolo dell’Eurogruppo sarà sempre più importante nei prossimi mesi.

Central Bank Digital Currency, compreso l’aggiornamento sul progetto dell’euro digitale

Molto brevemente sull’euro digitale. Abbiamo fatto il punto sui risultati della nostra consultazione mirata, che ha mostrato un sostegno molto elevato per questo progetto. E ringraziamo Christine e la BCE.

È necessario discutere ulteriormente una serie di punti, ad esempio sui casi d’uso, lo stato di corso legale e il bilanciamento della privacy con la tracciabilità.

La Commissione continuerà a discutere queste questioni con gli Stati membri e la BCE mentre lavoriamo per preparare una proposta legislativa equilibrata per il 2023.

 

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla Privacy e Cookie policy. Cliccando su "Accetta" dichiari di accettare l’utilizzo di cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi