19 settembre 2022

A cura di Niccolò Battistini, Johannes Gareis e Moreno Roma

Aumento significativo dei tassi ipotecari

I tassi ipotecari nell’area dell’euro sono aumentati in modo significativo dall’inizio del 2022, dopo il minimo storico del 2021.

Negli ultimi due anni il mercato immobiliare dell’area dell’euro è stato vivace ed è stato sostenuto da tassi ipotecari favorevoli.

La crescita aggregata dei prezzi delle abitazioni nell’area dell’euro è accelerata da un aumento annuo di circa il 4% alla fine del 2019 a quasi il 10% nel primo trimestre del 2022, il tasso più alto dall’inizio del 1991.

Allo stesso tempo, gli investimenti immobiliari si sono ripresi rapidamente dopo il crollo dovuto alla pandemia nel 2020 per attestarsi intorno al 6% al di sopra dei livelli pre-crisi nel primo trimestre di quest’anno.

L’indicatore composito del costo del prestito per le famiglie per l’acquisto di una casa è sceso a un minimo storico dell’1,3% a settembre 2021 ed è rimasto sostanzialmente invariato fino a dicembre 2021.

Tuttavia, i tassi ipotecari sono aumentati in modo significativo (di 63 punti base) nella prima metà di quest’anno, il più grande aumento semestrale mai registrato.

 

(Case Milano foto su Unsplash)

 

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla Privacy e Cookie policy. Cliccando su "Accetta" dichiari di accettare l’utilizzo di cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi