17 novembre 2022

L’appuntamento degli Innovation Days del Sole 24 Ore e di Confindustria del 16 novembre, focalizzato sulla Campania, è stato occasione di presentazione del MarketWatch di Banca Ifis dedicato all’economia della regione e realizzato anche su dati Format Research.

TESSUTO PRODUTTIVO

Aerospazio e blockchain guidano la regione verso il futuro

Campania: le tecnologie dell’aerospazio e applicate all’agroalimentare valorizzano le eccellenze della regione.

  • Le 314 mila imprese della Campania producono il 5% del fatturato annuo nazionale.
    Autofinanziamento e credito bancario finanziano il 70% della transizione digitale e sostenibile delle imprese.

ECCELLENZE REGIONALI

Aerospazio di rilevanza internazionale e agroalimentare ad alta intensità tecnologica le eccellenze della regione Campania.

  • La Campania rappresenta il secondo polo aerospaziale nazionale soprattutto per fatturato e occupati. Con 308 imprese attive, pari a circa l’8% del totale nazionale di settore, e un volume d’affari di 2,8 miliardi di euro, la Campania da sola esprime una quota del 22% sul mercato nazionale (meglio solo la Lombardia). Fondamentale il ruolo dell’export: 1,8 miliardi di euro, pari al 14% del totale delle esportazioni regionali, in particolare diretto verso Stati Uniti, Regno Unito, Francia e Cina.L’agroalimentare campano è una delle componenti di maggior rilievo dell’economia regionale, vantando anche un ampio paniere di prodotti oggetto di tutela: circa 28 i prodotti tra DOC, DOCG e DOP. Sono circa 19.300 imprese della produzione di alimentari, bevande e relativi packaging, che impiegano oltre 84.000 addetti e generano un fatturato annuo di 15,3 mld € (24% del totale nazionale). I temi della tracciabilità e della tutela del prodotto certificato sono stati rafforzati dall’introduzione della Legge Regionale 2 marzo 2020, n. 3 che ha lanciato l’uso delle tecnologie Blockchain per i prodotti della filiera agroalimentare ed ittica.

 

L’IMPATTO DELLE TENSIONI GEO-POLITICHE

  • Nel 2022 sono in peggioramento le aspettative degli imprenditori campani sulla situazione economica del Paese, con un trend allineato alla media nazionale.Il 50% delle imprese teme un impatto diretto della crisi geopolitica sul proprio business, meno della media nazionale (57%). I rincari sui costi dell’energia (72% delle imprese) e delle materie prime (67% delle imprese) sono le principali preoccupazioni delle Pmi campane. …

 

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla Privacy e Cookie policy. Cliccando su "Accetta" dichiari di accettare l’utilizzo di cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi